ArtEconomy24

Preraffaelliti, il ritratto di Fanny, musa di Dante Gabriel Rossetti va…

mercato dell’arte

Preraffaelliti, il ritratto di Fanny, musa di Dante Gabriel Rossetti va in asta

Lady Lilith, 1860 (grande olio su tela), di Dante Gabriel Rossetti in asta da Sotheby's a Londra il 13 luglio, stima 400.000-600.000 sterline
Lady Lilith, 1860 (grande olio su tela), di Dante Gabriel Rossetti in asta da Sotheby's a Londra il 13 luglio, stima 400.000-600.000 sterline

A Londra il 13 luglio Sotheby's metterà all'incanto l'unica versione ancora in mano privata del ritratto di Fanny Cornforth prima amante di Dante Gabriel Rossetti (1828-1882), pittore e poeta di spicco, nonché fondatore del cenacolo preraffaellita. Negli ultimi cinque anni le opere di pittori preraffaelliti hanno ottenuto i loro migliori prezzi di aggiudicazione, interessando collezionisti non solo inglesi ma di diversi Paesi del mondo, compresi quelli asiatici. Il dipinto riscoperto di Fanny nei panni di Lady Lilith, realizzato nel 1867, andrà in asta per la prima volta dopo trent'anni con una stima di 400.000-600.000 sterline.

L'opera. La prima versione di Lady Lilith, che secondo le credenze ebraiche fu la prima moglie avuta da Adamo, poi ripudiata e cacciata via perché si rifiutò di obbedire al marito che pretendeva di sottometterla, venne realizzata nel 1864 e oggi si trova conservata al Delaware Art Museum di Wilmington. Le altre due versioni si ritrovano una al Metropolitan Museum of Artdi New York, mentre la seconda, dipinta per Alexander Stevenson, è la quella proposta da Sotheby's. Nell'Ottocento la figura di Lilith divenne simbolo del donna che non si assoggetta all'uomo. Fanny Cornforth, dopo il suicidio della prima moglie di Rossetti, Elizabeth Siddal, sfortunata e celebre musa dei Preraffaelliti ritratta anche da John Everett Millais nelle vesti di «Ophelia» (1851-1852) in uno dei suoi massimi capolavori conservato alla Tate Gallery di Londra, si trasferì nello studio di Rossetti per diventare la sua voluttuosa amante, modella e domestica. Il suo volto dai lunghi capelli ramati compare in molti lavori del pittore nelle vesti di femme fatale («Lucrezia Borgia», 1861; «Bocca baciata», 1859). “Quando ho visto per la prima volta il dipinto di Fanny Cornforth liberato dall'imballaggio proveniente dal Giappone, dove era rimasto conservato negli ultimi 30 anni, l'ho trovato in condizioni meravigliose, inserito ancora nella sua cornice originale, con un poema scritto a mano dell'artista sulla tavola - ha spiegato ad ArtEconomy24 Simon Toll, esperto e direttore del dipartimento Victorian, Pre-Raphaelite & British Impressionist Art.

Il collezionismo. Quali maestri del cenacolo artistico che si raccolse attorno a Dante Gabriel Rossetti sono particolarmente ricercati dai collezionisti? Oltre a Rossetti, i più richiesti sono Edward Burne-Jones (1833- 1898), John Everett Millais (1829-1896) e William Holman Hunt (1827-1910). «I collezionisti di arte preraffaellita provengono oggi da tutte le parti del mondo, in particolare Inghilterra e Stati Uniti, anche se i maggiori capolavori negli ultimi dieci anni sono stati acquistati da collezionisti privati russi, asiatici e australiani. L'interesse dei collezionisti verso i maestri Preraffaelliti è cresciuto costantemente a metà degli anni Ottanta e si è sviluppato rapidamente negli anni Novanta. Il mercato ha rallentato intorno al 2000, ma negli ultimi cinque anni è salito ancora registrando molti record di aggiudicazione” spiega l’esperto.

La storia. La confraternita che si raccolse nel 1848 intorno al pittore Dante Gabriel Rossetti (1828-1882), “The Pre-Raphaelite Brotherhood”, era composta da un gruppo di pittori e poeti studenti dellaRoyal Academy che nel pieno dell'epoca Vittoriana, ebbero l'ambizione superare le convenzioni accademiche e dare vita ad una nuova forma di pittura che non avesse più come punto di riferimento il Rinascimento, ma lo spirito e le forme semplici dell'arte medievale e dei maestri primitivi, come venivano chiamati allora i pittori del Quattrocento. Lo sguardo dei Preraffaelliti non guardava avanti, ma indietro. Oltre a i temi tratti dalle opere di Dante e Shakespeare, la pittura di Rossetti, William Holman Hunt, John Everett Millais, era pregna di simboli e riferimenti letterari, con un forte sensibilità verso la natura, dove la riproduzione mimetica del mondo floreale divenne elemento decorativo e simbolico. Nella prima versione di «Lady Lilith» conservata al Delawere Art Museum di Wilmington, accostabile al ritratto proposto da Sotheby's, compare in basso un papavero rosso, fiore dell'oppio, stupefacente largamente diffuso in Europa nel XIX secolo: molti poeti e scrittori ne facevano uso. Gli artisti poterono contare sul sostegno del critico d'arte britannico John Ruskin e sull'ammirazione di Oscar Wilde, cometa luminosa del decadentismo.

Le quotazioni. Quali sono i prezzi di aggiudicazione più importanti registrati dai maestri Preraffaelliti ? «Sotheby's nel 2013 ha aggiudicato per 4,5 milioni di sterline un raro dipinto su tavola «A Chrsitmas Carol» (1867) che ritrae il bellissimo volto di una lavandaia il cui disegno preparatorio è conservato al British Museum» spiega Simon Toll. «L'opera era appartenuta in origine a William Hesketh Lever, primo Visconte di Leverhulme, che fece fortuna con la produzione di polvere di sapone. Ma l'aggiudicazione più importante è stata ottenuta da un acquerello intitolato “Love among the Ruins” di Sir Edward Coley Burne-Jones battuto da Christie's sempre nel 2013 per 14,8 milioni di sterline da una stima di 3 - 5 milioni». Questa intensa, romantica composizione di Burne-Jones che ha segnato tra l'altro il record assoluto per un British work on paper, venne venduta nel 1958 da Sotheby's al gallerista londinese Agnew, per poi entrare a far parte di una collezione privata dell'Hampshire. Per mezzo secolo non venne più esposta. Tra le vendita più significative vi è anche un importante pastello di «Proserpina» di Dante Gabriel Rossetti, acquistato da Sotheby's per 3,2 milioni di sterline rispetto alla valutazione indicata in catalogo di 1,2 -1,8.
Nel 1882, Rossetti colto da paralisi, scrisse a Fanny supplicandola di accorrere al suo letto di morte, ma la sua cerchia di amici, crudelmente, scelse di non consegnare le sue volontà e Fanny fu informata dei fatti solo a funerale avvenuto. Il 13 luglio vedremo se il ritratto della sfortunata umile musa dei Preraffaelliti, morta pazza e in solitudine, riuscirà ad sedurre come un tempo non solo i collezionisti inglesi, ma i nuovi privati russi, asiatici e australiani.

© Riproduzione riservata