ArtEconomy24

Le armi orientali guidano il semestre di Czerny's

collezionare

Le armi orientali guidano il semestre di Czerny's

Lotto 869 asta 69 Rarissimo brass frame Henry rifle militare. Canna ottagonale, rigata con dicitura “HENRYS PATENT OCT. 16 1860 - MANUFACT'D BY NEW HAVEN ARMS. CO. NEW HAVEN. CT.”, la base con matricola “34xx”, marcato alla base laterale destra “C.G.C.” (per Charles G. Chapman, ispettore militare per il controllo delle armi) e “H”, alzo variabile, mirino, cal. 44 rim-fire. Castello liscio in ottone (marcato “H”), cane, grilletto e leva in ferro. Calcio in legno con coccia in ottone. Completo della rara bacchetta di pulizia conservata nel calcio.
Lotto 869 asta 69 Rarissimo brass frame Henry rifle militare. Canna ottagonale, rigata con dicitura “HENRYS PATENT OCT. 16 1860 - MANUFACT'D BY NEW HAVEN ARMS. CO. NEW HAVEN. CT.”, la base con matricola “34xx”, marcato alla base laterale destra “C.G.C.” (per Charles G. Chapman, ispettore militare per il controllo delle armi) e “H”, alzo variabile, mirino, cal. 44 rim-fire. Castello liscio in ottone (marcato “H”), cane, grilletto e leva in ferro. Calcio in legno con coccia in ottone. Completo della rara bacchetta di pulizia conservata nel calcio.


Per la prima volta questo semestre ha partecipato all'indagine di ArtEconomy24 sui bilanci delle case d'asta italiane anche Czerny's, la casa d'aste specializzata in armi antiche. Il suo fatturato nel semestre è stato pari a 2,2 milioni di euro per 3mila lotti offerti in quattro aste, un risultato che rappresenta un 12% in meno rispetto ai 2,5 milioni dell'anno scorso. Le percentuali di venduto per lotto e per valore sono state pari all'80%. Ecco il commento del direttore Michael Czerny.
Com'è andato il primo semestre del 2017 rispetto al primo semestre 2016? C'è stata una leggera flessione.

Avete segnato dei record?

Due spade coreane sono state vendute a € 24.0000 e € 21.000 rispettivamente (lotti 97 e 101 dell'asta 71 – 10 giugno 2017).

Quali sono i segmenti più forti? Quali i periodi storici e gli artisti più richiesti?


Lotto 97 asta 71 Rara e interessante sciabola (Hwando) Robusta lama leggermente incurvata a un filo e controfilo recante un lungo sguscio centrale ed uno dorsale più breve. La base foderata da una ghiera in ottone e rame. Elso piatto in ferro, di forma ottagonale, finemente ageminato in argento su entrambe le facce a volute (lievi mancanze alle agemine e un'intaccatura). Anche la ghiera in ferro, con resti di agemine a linee ondulate in argento. Impugnatura con antico rivestimento in pelle di pesce, resti di allacciatura in seta. Cappellotto in ferro con resti di agemine in argento. Fodero in legno rivestito in pelle di razza dipinta di colore nero (qualche danno). Fornimenti in ferro, le due fascette collegate da una banda dorsale munita di due passanti.

Le armi orientali del XVII-XVIII secolo con 770 mila euro di fatturato, seguite dalle armi da fuoco e dalle armi americane.

Cresce la partecipazione straniera?

Sì, gli stranieri sono il 90% dei buyers, provengono da tutto il mondo, come USA, Canada, Europa, Australia, Cina.

Qual è il prezzo medio delle opere aggiudicate nelle aste fisiche?


Lotto 634 asta 71 Raro fucile a pietra focaia con fornimenti in argento. Canna tonda liscia con leggere incisioni alla base e con piccola placca rimessa in argento, cal. 16 mm; codetta ricoperta di argento (di restauro). Batteria a pietra focaia incisa a motivi floreali. Cassa intera in legno completamente ricoperta con lamina d'argento sbalzato in rilievo, con un uccello, ghiande e disegni floreali su tutta la lunghezza. Piccoli restauri. Ponticello in ferro con scanalature orizzontali e bordo ondulato. Bacchetta in ferro.

€ 1.000.
Cresce il mercato online?
Sì, rappresenta il 50% di fatturato sul totale; il prezzo medio venduto nelle aste online è € 1.000. Il top lot tra quelli venduti online è stato il lotto 585 dell'asta 71, un importante pugnale del maestro Nikolai Goltyakov con impugnatura in vermeil decorata con pietre, venduto a € 13.000.

E quali gli altri top lot del semestre?


Lotto 18 asta 69 Kandjar con provenienza reale. Lama curva a due fili in finissimo damasco con ben pronunciata nervatura centrale e punta rinforzata; bellissima impugnatura in cristallo di rocca, intagliata con il tipico pomo angolato e motivi floreali in bassorilievo. Il fornimento dell'elso in argento dorato, sbalzato a motivi floreali su fondo granulato, piccolissimo anello di sospensione per una catenina. Fodero in legno ricoperto di velluto viola (piccoli abrasioni ai lati) con fornimenti in vermeil decorato en suite, la cappa con lo stesso anellino. Provenienza: Collezione di sua altezza reale Durgapratsinh Sisodia, Maharaj of Pratapgarh. Il kandjar accompagnato da una lettera firmata da lui stesso.

lotto 869 dell'asta 69 Rarissimo brass frame Henry rifle militare, venduto a € 28.000, lotto 18 asta 69 Kandjar con provenienza reale, venduto a € 9.000, lotto 634 asta 71 Raro fucile a pietra focaia con fornimenti in argento, venduto a € 8.500, lotto 97 asta 71 Rara e interessante sciabola (Hwando), venduta a € 24.000

© Riproduzione riservata