ArtEconomy24

Da Farsetti la lentezza della burocrazia impedisce la crescita della…

Mercato dell’arte

Da Farsetti la lentezza della burocrazia impedisce la crescita della partecipazione straniera

Francesco Paolo Michetti, La raccolta delle zucche, olio su tela, cm 78 x 97,7, 148.400 euro, Courtesy Farsettiarte
Francesco Paolo Michetti, La raccolta delle zucche, olio su tela, cm 78 x 97,7, 148.400 euro, Courtesy Farsettiarte

Nel primo semestre 2017 Farsetti è riuscita ad aumentare del 25% il suo fatturato, passato da 8 a 10 milioni di euro con due aste in cui sono stati aggiudicati 750 lotti. Il grosso del fatturato è stato prodotto grazie all'arte moderna e contemporanea (9 milioni). Le percentuali di venduto per lotto e per valore sono state del 70%. Il top lot è stata una gouache su carta di Magritte, “La recherche de l'absolu”, del 1948 (cm 45,3 x 35) pagata 898.250 euro. Il commento del responsabile della succursale di Milano, Gabriele Crepaldi.

Com'è andato il primo semestre del 2017 rispetto al primo semestre 2016?
Abbiamo ottenuto risultati molto positivi grazie alle migliori vendite di arte moderna e contemporanea.

Avete segnato dei record?
Nell'asta dell'8 aprile 2017 il lotto 535, Francesco Paolo Michetti, “La raccolta delle zucche”, olio su tela, cm 78 x 97,7, ha raggiunto la cifra record di 148.400 euro.

René Magritte, La recherche de l'absolu, 1948, gouache su carta, 45,3 x 35 cm, 650-850.000 €, prezzo realizzato 898.250 €, Courtesy Farsettiarte

Quali sono i segmenti più forti? Quali i periodi storici e gli artisti più richiesti?
Il pubblico ha premiato le opere dei grandi maestri del Novecento: René Magritte, Giorgio Morandi, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana…

Quali quelli sottovalutati su cui consigliereste di investire?
In generale gli artisti italiani figurativi tra le due guerre come Sironi, Rosai, De Pisis.

Cresce la partecipazione straniera?
La partecipazione straniera non è cresciuta a causa della lentezza della burocrazia nelle pratiche di esportazione. Questo ostacolo penalizza in maniera sensibile la fascia bassa (sotto i 10.000 euro).

Qual è il prezzo medio delle opere aggiudicate nelle aste fisiche?
Per me non ha molto senso fare una media tra una vendita da 50 euro (asta del 26/27 maggio, lotto 183, Manuel Bonfanti, “Landscape”, 2009, olio su tela, cm 70,5x49,8) e una da 898.250 euro (Magritte). La media è 449.150 euro, ma non mi sembra per niente indicativa. Analogo discorso vale per tutta l'asta o per tutto il semestre. Se nel primo semestre 2017 abbiamo venduto 750 opere e totalizzato 10.000.000 di euro, la media è 13.333 euro.

Cresce il mercato online?
Nel primo semestre 2017 il mercato online non è cresciuto. La percentuale delle vendite online è circa il 10% del totale. I valori medi delle opere vendute online sono generalmente bassi, tra i 1.000 e i 3.000 euro.

© Riproduzione riservata