ArtEconomy24

Gilbert & George, 1973.

Gilbert & George, 1973.

Elisabetta Catalano  Roma, 1944-2015

Tecnica: Vintage print del 1992, carta baritata, bianco e nero, 40 x 30 cm.
Stima: 4.000 €.
Courtesy opera: Archivio Elisabetta Catalano.
Archivio: Arch. Elisabetta Catalano.
Catalogo ragionato: In lavorazione.
In galleria: È rappresentata da Galleria Massimo Minini di Brescia.

Quotazione: L'aggiudicazione più recente è 205 $ per Senza titolo, fotografia in bianco e nero, 36 x 24 cm, da Meeting Art., il 19 dicembre 2013 (stima di 1.366-2.733 $). Le stampe vintage di formato medio degli anni ’70 partono da 3.500 €. In asta i passaggi sono 16 con 11 aggiudicazioni, pari al 68%.
Top-price:  594 $ per Ritratto di Dalida Di Lazzaro in abito di Capucci ,1975, gelatin silver print, 40 x 29 cm, da Aste Boetto, il 27 ottobre 2009, da una stima di 594-668 $.

Commento:
Ritrattista di fama internazionale, ha vissuto e lavorato a Roma. Il suo campo d’elezione è il ritratto in studio: un primo piano tagliato a busto e per sfondo un monocromo sfumato come un quadro. Nasce un tipico “stile Catalano” di ritratto. Testimone d’eccellenza della vita degli artisti e dei personaggi della letteratura, arte, spettacolo che hanno attraversato la storia d’Italia dagli anni ’60 ai giorni nostri. Collabora con Vogue, Il Mondo e l’Espresso e la stampa italiana e straniera. Il vero esordio è sul set di "8 1/2" di Fellini, in cui interpreta il ruolo della sorella di Anouk Aimée. Nel ’78 la Polaroid le commissiona una serie di ritratti di registi italiani per una mostra a Boston. Dopo questa esperienza al suo caratteristico bianco e nero si aggiungerà sempre più l’uso del colore. La collaborazione più importante è quella con Fabio Mauri per "Ebrea" e "Ideologia e natura" (1971 e 1973). (M.A.M.)