ArtEconomy24

1/8 Caso Gardner

    Un luglio bollente per il mondo dell’arte

    Con l’arrivo di agosto, si chiude un mese denso di problematiche legate al mercato dei beni d’arte. L’insieme di furti, restituzioni, azioni giudiziali di vario genere e il riesumarsi di questioni sepolte nel dimenticatoio potrebbero generare una certa diffidenza tra chi compra e chi vende.

    Rembrandt – Cristo nella Tempesta del Mare di Galilea (unico dipinto marino dell’artista), di proprietà del Gardner Museum di Boston, rubato nel 1990
    Rembrandt – Cristo nella Tempesta del Mare di Galilea (unico dipinto marino dell’artista), di proprietà del Gardner Museum di Boston, rubato nel 1990

    1/8 Caso Gardner

    Ha scosso il mondo dell'arte la notizia di una nuova pista per la risoluzione del misterioso “caso Gardner”. Il museo Isabella Stewart Gardner di Boston nel 1990 fu spogliato di 13 opere, tra cui capolavori di Rembrandt, Vermeer, Degas, Manet, per un valore complessivo di 580 milioni di dollari. Il detective olandese Arthur Brand, anche noto come “the Indiana Jones of Stolen Art”, sostiene che le opere rubate siano oggi “in mano ad affiliati all'IRA (Irish Republican Army)” e giura che riuscirà a riportarle a casa per la fine dell'anno.

    Nel frattempo il museo di Boston ha alzato la posta, facendo schizzare la ricompensa per la restituzione da cinque a dieci milioni di dollari.

    © Riproduzione riservata