ArtEconomy24

Sotheby's elimina le commissioni sulle aste online

Mercato dell'arte

Sotheby's elimina le commissioni sulle aste online

A partire dal 16 settembre Sotheby's non farà più pagare le commissioni di vendita al compratore sui lotti acquistati nelle aste esclusivamente online. Una scelta strategica dettata dal fatto che è attraverso il web che Sotheby's amplia il suo bacino di utenti.
Secondo quanto ha dichiarato il vice-presidente esecutivo di Sotheby's per lo sviluppo e il marketing digitali, David Goodman, le vendite solo online (introdotte da Sotheby's solo l'anno scorso) si sono rivelate come il miglior strumento della casa d'aste per attirare nuovi compratori, i quali dopo il primo approccio online si sono dimostrati particolarmente attivi anche in altre aree del business.
“È chiaro che questo formato di vendita rappresenta per Sotheby's un'opportunità - ha dichiarato Goodman - con un diverso panorama competitivo, una riduzione delle spese tradizionali e, per questo, richiede un approccio diverso alla formazione del prezzo di vendita”. In questo modo Sotheby's conta di semplificare il processo d'acquisto per il compratore, ma anche a migliorare i risultati per i venditori delle opere, i quali continueranno a pagare la commissione sulla vendita.
La magia del web. Nel 2016 Sotheby's ha tenuto 16 aste esclusivamente online, numero raddoppiato quest'anno. Nella prima metà di quest'anno, il 45% dei compratori delle aste solo online era nuovo a Sotheby's; il 20% di loro ha, poi, partecipato alle aste fisiche. Il prezzo medio dei lotti venduti nelle aste solo online è arrivato a circa 10mila dollari, con molti lotti che hanno raggiunto i 50mila dollari. I due top lot venduti online in questa prima parte dell'anno hanno superato i 150mila dollari.
In compenso, dal primo novembre, Sotheby's aumenta il buyer's premium per le aste fisiche (inclusi gli oggetti offerti nelle aste fisiche e acquistati online): la commissione sarà del 25% per i lotti fino a 300.000 dollari (prima era fino a 250.000 dollari), del 20% da 300.000 a 3 milioni di dollari (prima era da 250.000 a 3 milioni di dollari), e del 12,9% sopra i 3 milioni di dollari (prima era 12,5%). Per i vini, invece, la commissione sarà pari al 23% a New York e Hong Kong e al 19,5% a Londra.
Anche da Christie's le aste online hanno rappresentato nella prima parte del 2017 uno strumento per attrarre nuovi clienti, più precisamente il 29% dei nuovi contatti sono giunti alla casa d'aste attraverso questo canale e il numero degli acquirenti alle aste solo online è cresciuto del 60%. Christie's ha iniziato a tenere aste esclusivamente online nel 2011 e quest'anno ha moltiplicato il numero delle vendite in questo formato fino ad un totale di 100 circa. Il prezzo medio dei lotti delle aste online è pari a 7.222 dollari.

© Riproduzione riservata