ArtEconomy24

La reputazione del Louvre è in testa tra i 18 più famosi musei…

Musei e biennali

La reputazione del Louvre è in testa tra i 18 più famosi musei d'arte del mondo

Se misurare la reputazione delle aziende è una prassi nota e diffusa, per il settore culturale non è cosi comune. Tuttavia tre anni fa la Rotterdam School of Management, Erasmus University (RSM)  ha unito le forze con il Reputation Institute per calcolare annualmente la reputazione dei più importanti musei d'arte nei Paesi Bassi.  Nel 2017 un nuovo studio - attuato dalle stesse entità - e condotto dal professor Cees van Riel e dalla Research Analyst Patricia Heijndijk ha effettuato un’analisi su vasta scala e ha considerato i musei internazionali con un sondaggio che ha riguardato 12.000 persone provenienti da 10 paesi diversi.

Ognuno dei 18 musei d'arte doveva essere valutato da almeno 150 intervistati del suo paese di origine e da 50 intervistati provenienti da qualsiasi altro paese con familiarità con il museo. 

L’indagine ha interessato 18 tra i musei d’arte più famosi al mondo (non compare nessun museo italiano) e la classifica è stata costruita sia a livello globale sia per continente.

REPUTATION PER PAESE E GLOBALE - MUSEI D'ARTE

La reputazione dei musei differisce non solo da continente a continente. Per ragioni di patriottismo, alcuni  musei presentano una reputazione più alta per gli intervistati del proprio paese rispetto agli altri, e questo è certamente vero per l'Hermitage e per il British Museum che presentano una valutazione molto più elevata nel loro paese. Al contrario, il Shanghai Museum e il Centro Cultural Banco do Brasil presentano valutazioni più elevate all'estero che all'interno del proprio paese.

Per l’analisi è stata utilizzata una versione ad hoc del modello RepTrak® del Reputation Institute e  per renderlo più strettamente corrispondente al settore museale sono stati considerati diversi elementi tra cui la stima, la sensibilità, la fiducia ma anche prodotti e servizi, capacità innovativa, lavoro, governance, cittadinanza, leadership e performance finanziarie.

Con una scala da 0 a 100 il punteggio medio è stato 79 un valore decisamente più elevato se confrontato con quello delle aziende di tutto il mondo pari a un valore medio di 64,2.

L’analisi tuttavia ha messo in evidenza anche alcuni musei con “reputazioni” inferiori a 60.

GLOBAL REPUTATION RANKING - MUSEI D'ARTE

A guidare la classifica globale dei 18 musei, il Musée du Louvre, che nonostante il calo del 15% dei visitatori nel 2016, ha evidenziato un punteggio pari a 84.3 su 100. Una pole position che il museo francese conferma anche nell’analisi condotta per continente e, in particolare, negli Stati Uniti e  Brasile e in Asia con una “reputazione” sempre elevata e rispettivamente pari a 85,2 e 79,7.  In Europa è invece il Van Gogh Museumdi Amsterdam, che ospita la più grande collezione di opere e lettere del mondo di Vincent van Gogh, a posizionarsi davanti al Louvre con un punteggio di 85,8 rispetto al 85,6 del Louvre.

A livello globale, il Van Gogh Museum è al secondo posto e il suo punteggio 81,9 è stato probabilmente favorito dal riconoscimento a livello mondiale della città di Amsterdam e dei Paesi Bassi, come viene confermato nella classifica dalla presenza di un'altra istituzione olandese, il Rijksmuseum (81,7), al terzo posto.

I primi otto musei per reputazione sono europei, e tra questi i Musei Vaticani, il Prado di Madrid il British Museum di Londra, ma la classifica vede anche la presenza della National Gallery e della Tate Modern rispettivamente al 9° e al 12° posto.

I musei statunitensi hanno ricevuto un punteggio più elevato in territorio domestico rispetto a quello indicato dagli intervistati internazionali. Il Metropolitan Museum of Art ha il punteggiato più elevato rispetto alle altre tre istituzioni americane MoMA di New York e  National Gallery of Art a Washington.

 

© Riproduzione riservata