ArtEconomy24

Fotografia, record a Parigi per Man Ray

Collezionare

Fotografia, record a Parigi per Man Ray

Sala d’aste di Christie’s Parigi all’atto dell’aggiudicazione di Noire et blanche di Man Ray
Sala d’aste di Christie’s Parigi all’atto dell’aggiudicazione di Noire et blanche di Man Ray

Parigi si riconferma capitale europea del mercato della fotografia. Differentemente dai risultati ancora molto contenuti delle aste nel settore che si tengono in Italia, la capitale francese vanta risultati che gareggiano con la piazza di Londra e quella di New York. Nella vendita di Christie’s a Parigi del 9 novembre, in occasione di una settimana dedicata alle aste di fotografia, è stato venduto un iconico scatto di Man Ray, Noire et Blanche, del 1926 per 2.688.750 euro, stimato 1-1,5 milioni. Si tratta di un nuovo record all'asta dell'artista, record mondiale per una foto venduta in Francia e nuovo record mondiale per una fotografia di epoca classica, superando così il precedente record del 2006 per una fotografia di Edward Steichen. Il capolavoro è stato acquistato da un anonimo offerente al telefono dopo una lunga battaglia tra quattro clienti collegati telefonicamente e tre clienti presenti in sala. Noire et blanche fu per la prima volta pubblicata nell'edizione parigina di Vogue nel maggio 1926, e ritrae Kiki de Montparnasse, musa e amante di Man Ray, che tiene in mano una maschera di arte tribale, dimostrando la passione dell'artista verso il surrealismo e l'arte africana.

Noire et blache di May Ray del 1926 venduto da Christie’s Parigi il 9 novembre per 2.688.750 euro (stima 1-1,5milioni di euro)

La foto, permeata da un'atmosfera quieta, elegante e sognante, attrasse Jacques Doucet, la grande icona del design e della moda, amante di creazioni artistiche moderne e di arti primitive, ed entrò originariamente a far parte della sua collezione. La foto era ora custodita nella collezione di Thomas Koerfer, celebre regista, scrittore e produttore di film come The Death of the Flea Circus Director, Henry's Romance e The Passionate and Embers. Sin da giovane Koerfer era circondato dalle collezioni d'arte dei suoi genitori e nel 1992 intraprese a collezionare lui stesso fotografie moderne e contemporanee, estendendo poi la sua raccolta, dopo alcuni anni, a dipinti e sculture della stessa epoca. La sua collezione si focalizzò interamente sul corpo e la forma umana e sui vari aspetti della sensualità e della sessualità, e rappresenta la più esaustiva su questo tema. Nel 2002 Thomas Koerfer fu nominato president of the Board of the Foundation of the Fotomuseum Winterthur e diventò membro del board del Kunsthalle Zurich , ruolo che ha conservato per dieci anni. La sua collezione è stata esposta nel 2007 al CO Berlin e al Kunsthaus Zurich nel 2015.

Identical Twins, Roselle, N.J. di Diane Airbus del 1969 venduta per 547.500 euro (stima 400-600mila euro)

Dalla stessa raccolta altri due importanti aggiudicazioni, Identical Twins di Diane Airbus venduta per 547.500 euro (stima 400-600mila euro) e Reclining Nude on Dark Green di Paul Outerbridge venduta per 102.500 euro. L'intera collezione di Koerfer ha totalizzato il 9 novembre 3.782.500 euro (70% dei lotti venduti, 96% del venduto sul valore). Sono seguiti il giorno 10 altri importanti realizzi nel settore delle fotografie, come The Hand of Miles Davis di Irving Penn del 1986 venduta per 199.500 euro (al doppio della stima) e Photogramme, Dessau di Làszlò Moholy-Nagy aggiudicata per 125mila euro dopo un'accesa gara al rialzo.

Photogramme, Dessau di Làslò Moholy-Nagy del 1925 venduta a 125.000 euro (stima 120-180mila)

L'asta del 10 novembre ha totalizzato 1.111.875 euro (62% dei lotti venduti, 77% del venduto sul valore).

© Riproduzione riservata