ArtEconomy24

Artcurial si espande nell’immobiliare acquistando John Taylor Group

mercato dell’arte

Artcurial si espande nell’immobiliare acquistando John Taylor Group

Dopo Christie's eSotheby's che da anni vantano una divisione immobiliare di alta gamma e anche del Luxury (Sotheby’s dallo scorso anno), oggi la casa d'asta francese Artcurial ha annunciato l'acquisizione di John Taylor Group, una delle compagnie immobiliari più antiche al mondo che ha i suoi natali nel 1864. Con più di 6mila unità immobiliari per un valore di 14 miliardi di euro, nel 2016 ha gestito transazioni in media del valore di 5,5 milioni di euro. Il player internazionale nel mercato dell'arte attivo da 15 anni nelle due sedi di Parigi e Montecarlo ha concluso l'acquisizione interamente con fondi propri, e rappresenta il primo passo di Artcurial verso la crescita per linee esterne. Nessuna disclosure sul prezzo. La casa d’asta nel 2016 ha fatturato 210,1 milioni di euro nelle vendite (pubbliche e private) raddoppiando il turnover in cinque anni con un'offerta di collezionabili dai gioielli all'arte e agli arredi di tutti i periodi, dai vini alle auto.

La storia e il futuro. Dal 2013, Artcurial e John Taylor lavorano insieme grazie ad una partnership strategica per fornire servizi ai propri clienti. Artcurial integrando pienamente John Taylor amplierà e accelererà queste sinergie costruendo un'offerta globale e complementare. Del resto Artcurial e la rete di agenzie immobiliari John Taylor intermediano servizi di lusso per la stessa clientela internazionale, quella di “high net worth individual” (individui con più di 30 milioni di dollari di asset e un reddito annuo di 500mila euro), e lo stesso spirito imprenditoriale basato su gestione dei talenti.
«Grazie agli investimenti effettuati dalla famiglia Pastor per oltre 20 anni, il marchio John Taylor gode di un grande notorietà e di un eccellente radicamento internazionale con una rete di agenzie in proprio e franchising, in più di 29 destinazioni globali e 14 paesi. Con questa acquisizione, Artcurial ha lanciato una strategia pionieristica, adottando nuove proposte commerciali che saranno gradualmente integrate con il nostro business in generale. La decisione di crescita esterna ci consentirà di creare nuove opportunità e potremo sviluppare ulteriormente le nostre quote di mercato nelle due attività: il mercato dell'arte e le aste e il settore immobiliare di lusso e i servizi correlati» ha dichiarato Nicolas Orlowski, fodatore e ceo di Artcurial Group, che assumerà anche il medesimo ruolo in John Taylor, sostituendo Delphine Pastor.

© Riproduzione riservata