ArtEconomy24

Louvre: nei conti 2016 il contributo per i prestiti ad Abu Dhabi

  • Abbonati
  • Accedi
musei e biennali

Louvre: nei conti 2016 il contributo per i prestiti ad Abu Dhabi

Per conoscere i risultati della gestione 2017, che a breve si chiuderà, bisognerà aspettare ancora qualche mese. Se poi si tratta di un'istituzione museale i tempi si allungano notevolmente. Un esempio: il Louvre. In questi giorni il museo francese ha pubblicato sul sito ufficiale i risultati della gestione annuale 2016. Un documento molto ricco di informazioni che considera tutti gli aspetti della macchina museale, ma le pagine dedicate ai cosiddetti numeri sono molto poche e fanno riferimento solo al conto economico. Per avere notizie sullo stato patrimoniale occorre leggere la relazione della società di revisione KPMG.

Il 2016 in utile ma gestione operativa negativa. Nel 2016 il museo francese diretto da Jean-Luc Martinez ha registrato un utile netto di 3,9 milioni, un ammontare che, come viene indicato nella relazione, non considera le plusvalenze non realizzate nel portafoglio titoli, pari a 2,7 milioni, in quanto in relazione al principio della prudenza tali plusvalenze non devono essere considerate nei conti.
A livello operativo la gestione si è chiusa con un risultato negativo di circa 3 milioni di euro. La diminuzione delle vendite e il sostanziale aumento dei costi nella gestione 2016 non hanno aiutato a garantire un equilibrio economico in quanto le entrate del fondo di dotazione e la maggior parte di quelle dell'Agence France-Muséums (AFM) sono destinate ai progetti e agli investimenti.

Il bilancio. A fronte di ricavi pari a 216 milioni di euro, di cui 186 milioni di ricavi relativi alla gestione operativa e altri 30 milioni derivanti da operazione in conto capitale, i costi operativi sono ammontati a 219 milioni di euro. Sul versante dei ricavi il museo francese ha generato risorse proprie per 111 milioni di euro in miglioramento rispetto ai 105 milioni del 2015, definito un anno “nero” in relazione agli attentati di terrorismo che avevano colpito la Francia e in particolare Parigi. La sovvenzione da parte dello Stato per il 2016 è ammontata a 105 milioni, in miglioramento rispetto ai 100 milioni del 2015.
La ripartizione delle risorse proprie mostra ricavi da biglietteria in calo del 12% a 63 milioni (riferito all'utenza pagante), nonostante un miglioramento in seguito alla decisone di istituire un biglietto singolo a partire dal luglio 2015. Il calo della “biglietteria” è stato parzialmente compensato dall'aumento della sovvenzione pari a 6 milioni, di cui 4,1 milioni da parte del Ministero della Cultura e Comunicazione per far fronte alle conseguenze degli attacchi terroristici e per il maltempo che aveva causato il rischio esondazione della Senna costringendo il museo a una chiusura forzata.

Le risorse arabe. I ricavi in conto capitale (30 milioni) hanno beneficato del primo versamento degli interessi relativi al fondo di dotazione per 6,2 milioni oltre all'aumento dei ricavi da parte di Agence France-Muséums (12,4 milioni di euro) in relazione al pagamento per i prestiti delle opere per la mostra inaugurale delLouvre Abu Dhabi.
Nel 2016 i costi complessivi hanno raggiunto 234 milioni, di cui 219 milioni relativi a quelli operativi che comprendono 111 milioni per il personale dipendente, 66 milioni per le spese di funzionamento e 42 milioni per gli investimento. Il significativo aumento della spesa in conto capitale (+15 milioni di euro rispetto al 2015) è legato ai progetti di ridisegno delle aree di accoglienza e delle acquisizioni di opere d'arte. Il finanziamento dell'esercizio alla fine si traduce in un prelevamento dal fondo di capitale di 18 milioni di euro reso possibile dalle riserve costituite negli anni precedenti.

Il fondo di dotazione. A fine 2016 il fondo di dotazione del museo ammontava a 182 milioni in crescita rispetto a 174 milioni del 2015. Il fondo di dotazione, nel corso del 2016, ha ricevuto risorse per 6,2 milioni. L'impiego del fondo viene effettuato con strumenti finanziari a lungo termine principalmente sicav obbligazionarie e azioni. Nel 2016, la performance del portafoglio è stata del +7,41%. Dall'avvio della gestione finanziaria, la performance annualizzata del fondo è in crescita del 6,46%. Al 31 dicembre 2016, il valore di mercato del portafoglio ammontava a 186,8 milioni di euro, con un incremento di oltre 10 milioni di euro rispetto alla fine dell'anno precedente. Questo aumento corrisponde a 4,14 milioni di euro in donazioni e 11,4 milioni di euro in valutazione finanziaria, da cui vanno detratti i costi operativi del fondo (632mila euro) e il contributo prelevato dal fondo di dotazione per la gestione del Louvre (6,2 milioni di euro).

La collezione e gli acquisti 2016. Il Louvre ha una collezione che comprende 554.731 oggetti d'arte, di cui 264.486le opere grafiche, ma quello che riesce ad esporre è un numero decisamente inferiore e pari a 35.000 opere. Nel corso del 2016 il museo francese ha prestato 1.793 opere. Il 2016 è stato un anno record per il Louvre sul fronte dell'ampliamento della collezione con l'ingresso di 452 nuove opere per un totale di oltre 112,5 milioni di euro. Il budget per le acquisizioni 7,3 milioni di euro è stato aumentato durante l'anno portando il contributo finanziario diretto del museo a 13,246 milioni di euro, la cifra più elevata impegnata dal Louvre mentre i finanziamenti esterni hanno completato questo impegno eccezionale.

© Riproduzione riservata