ArtEconomy24

La European Investment Bank torna a occuparsi di cultura e lancia nuova…

Premi e concorsi

La European Investment Bank torna a occuparsi di cultura e lancia nuova edizione di residenze d'artista

Lo European Investment Bank (EIB) Institute è alla ricerca di un artista visivo under 35 per lavorare sul tema del Patrimonio Culturale. Anche per il 2018 l’Istituto, nato per promuovere e supportare le iniziative sociali e culturali all’interno della comunità EIB, ha deciso di lanciare l’iniziativa Artists Development Programme, un programma di residenza della durata di 5-6 settimane che si svolge in Lussemburgo.

Sotto la supervisione di artisti internazionalmente riconosciuti, per le prime due edizioni è stata l’artista concettuale polaccaMiroslav Balka  a fare da mentore, la residenza ha l’obiettivo di sostenere i giovani nello sviluppo della loro pratica e creare una nuova serie di lavori. Nel 2018, la residenza sarà curata ancora dall’acclamato artista inglese Callum Innes, che già nel 2017 aveva guidato la residenza con gli artisti: Nicola Rossini, 25 anni dall’Italia, Zuza Golińska, 27 anni dalla Polonia, Annabel Duggleby, 25 anni dal Regno Unito e Katja Larsson, 30 anni dalla Svezia.

Nel contesto delle celebrazioni dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, in questa edizione gli artisti selezionati si occuperanno di rileggere la storia attraverso l’arte “Cultural Heritage: Dealing with History through Art”. Il programma, giunto ormai alla sua quarta edizione, mira infatti a investigare le priorità strategiche comunitarie prediligendo artisti di nazioni europee poco rappresentate nella collezione delle stessa istituzione. La seconda call attiva parallelamente a questa riguarda proprio gli artisti provenienti da Cipro, Estonia, Grecia, Lituania, Lettonia e Malta per approfondire il tema della distruzione provocata dall’uomo sull’ambiente - “Disruption: the Imprint of Man”.

Budget e permanenza. La European Investment Bank si impegna a coprire le spese di viaggio, a fornire uno spazio abitativo e di lavoro, offrendo inoltre all’artista uno stipendio di 100 euro giornalieri a sostegno dei costi di produzione. All’inizio della residenza i partecipanti riceveranno un budget di altri 500 euro a copertura delle spese di produzione e un ulteriore importo di 1000 euro a lavoro completato. Nel 2018 la residenza si svolgerà tra i mesi di maggio e giugno, al termine della quale la EIB si riserva inoltre il diritto di acquistare in esclusiva i lavori degli artisti partecipanti.

Requisiti e selezione. Per partecipare alla selezione è necessario inviare tutta la documentazione comprendente il CV, il portfolio e una lettera motivazionale entro il 3 gennaio 2018. Una giuria, composta dallo stesso Callum Innes, da art advisor esterni e membri del EIB Arts Commitee, selezioneranno i candidati in base alle qualità artistiche, alla motivazione e alla rilevanza del lavoro del partecipante rispetto al contesto della EIB. I candidati selezionati saranno informati della decisione entro febbraio 2018.

Le domande di partecipazioni devono essere mandate ad arts@eib.org all’attenzione di Delphine Munro. Per tutte le informazioni relative alla call segui il link.

© Riproduzione riservata