ArtEconomy24

Dal Cern l’invito alla pratica artistica

premi e concorsi

Dal Cern l’invito alla pratica artistica

Per un artista partecipare a uno stage presso il Cerndi Ginevra, è una delle aspirazioni più ambite. Il Cern, l'Organizzione Europea per la Ricerca Nucleare, è uno dei principali laboratori nel mondo per la ricerca della fisica delle particelle. I suoi membri ufficiali sono Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Israele, Italia, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito, mentre Cipro, Serbia e Slovenia, sono membri in fase di ammissione. India, Pakistan, Turchia ed Ucraina sono membri associati. L'Unione Europea, il Giappone, il JINR (Joint Institute for Nuclear Research) con sede a Dubna in Russia, la Federazione Russa, l'Unesco e gli Usa hanno attualmente un ruolo di “Osservatore”. A metà dicembre il Cern ha annunciato una nuova edizione del “Collide International Award” in partnership con Fact (Foundation for Art and Creative Technologydi Liverpool), dopo le precedenti edizioni del 2016 e 2017. La gara è aperta agli artisti di qualsiasi età e di ogni nazionalità il cui lavoro è orientato alla comprensione culturale e sociale della scienza e della conoscenza avanzata. Le domande vanno presentate a info.arts@cern.ch (vedi dettagli nel sitowww.arts.cern) entro il 15 febbraio 2018.

Il premio “Collide International” è stato ideato per sfidare la comprensione fra arte e scienza e l'influenza della scienza sui nuovi metodi d'espressione artistica. Gli artisti vincitori beneficeranno di una residenza interamente finanziata per tre mesi, due dei quali spesi al Cern di Ginevra seguiti da un soggiorno di un mese presso il Fact di Liverpool. “Il Collide è diventata una piattaforma autorevole che arricchisce la dinamica culturale del Laboratorio ginevrino” spiega Charlotte Linberg Warakaulle, Direttore per le Relazioni Internazionali del Cern. “Induce scienza ed arte a trovare reciproca ispirazione per nuove forme creative che possano contribuire alla nostra comprensione del mondo”. Il Collide offre, infatti, all'artista vincitore l'opportunità di spendere il suo tempo fra scienziati e ingegneri impegnati nelle attività di ricerca al Cern, in un luogo dove possa esplorare le loro ricerche al fine di trovare nuovi mezzi di espressione artistica. Collide vuole, infatti, incoraggiare la curiosità, offrendo agli artisti con una larga capacità di vedute un contesto straordinario per sviluppare la propria creatività sia in campo scientifico che umanitario. Alla fine della permanenza al Cern, Fact col suo spirito collaborativo e con il vasto programma di esposizioni e progetti artistici condotti dagli stessi partecipanti, offrirà un eccellente collocamento in cui riflettere sul proprio lavoro. Haroon Mirza e Jack Jefis sono gli artisti inglesi che attualmente godono della residenza presso il Collide International e il Fact.

L’invito all’arte. Il Cern ha offerto altri premi residenziali ad artisti. “Accelerate” è stato indetto per artisti di una ben specifica nazione: ogni anno, grazie a una giuria fatta di partner culturali e rappresentanti delle Art al Cern, viene offerto un mese di residenza ad artisti che non hanno mai passato prima del tempo in un laboratorio scientifico. I vincitori ricevono uno stipendio di 5mila franchi svizzeri per la loro residenza mensile, viaggio incluso. “Guest Artists” è un altro programma iniziato nel 2016 che prevede l'invito di artisti con una ben riconosciuta carriera internazionale per una breve visita del Cern, per apprendere cosa i laboratori svizzeri possano offrire alle arti e alla creatività, da un approccio interdisciplinare. Tra questi, il celebre Tomás Saraceno: il suo lavoro è una continua ricerca che coinvolge l'architettura, scienze naturali, astrofisica e ingegneria. Durante gli ultimi dieci anni ha intrapreso collaborazioni con rinomate istituzioni scientifiche, incluso il Massachussets Institute of Technology, il Max Planck Institute, il Nanyang Technology University of Singapore, e istituzioni partecipanti al “Exhibition Road Cultural Group”, fra le quali lImperial College e il Natural History Museum London. Saraceno è stato invitato al Cern per discutere idee in cosmologia e fisica delle particelle con gli scenziati, visitando anche i rilevatori CMS e ATLAS.

© Riproduzione riservata