ArtEconomy24

Da Bonhams, la Monna Lisa africana supera il milione

  • Abbonati
  • Accedi
mercato dell’arte

Da Bonhams, la Monna Lisa africana supera il milione

Ben Enwonwu Tutu
Ben Enwonwu Tutu

L'arte africana contemporanea continua a registrare record sulla piazza di Londra che rimane, assieme a quella di Parigi, il principale mercato nel settore. Nell'asta “Africa Now” del 28 febbraio Bonhams ha totalizzato 1.990.875 sterline col 65,17% di lotti venduti e l'89,36% del venduto sul valore: una tela iconica del nigeriano Benedict Chukwukadiia Enwonwu (1917-94)scomparso nel 1994, “Tutu”, 1973, stimata 200-300mila sterline, è stata aggiudicata al telefono per 1.205.000 sterline dopo una serrata competizione durata 20 minuti, nuovo record mondiale per un dipinto moderno nigeriano. Come descritto da Ben Okri, il celebre poeta e romanziere nigeriano vincitore del Booker Prize, “Tutu”, il ritratto scomparso nel 1975 della leggendaria principessa Adetutu Ademiluyi vissuta a Lagos, può essere considerato la “Monna Lisa” dell'Africa è stato riscoperto nel 2017 in un appartamento di Londra.

“Il ritratto di Tutu è un'icona nazionale in Nigeria, di intenso significato culturale, e siamo orgogliosi di aver riscoperto questo capolavoro” ha spiegato Giles Peppiat, direttore del settore di arte africana moderna presso Bonhams. Enwonwu dipinse tre versioni di “Tutu” nel periodo 1973-74, e l'immagine divenne un simbolo della riconciliazione nazionale in una nazione in lotta per l'unità durante il conflitto tra la Nigeria e il Biafra negli ultimi anni '60. Tutti i tre dipinti erano considerati persi finché Giles Peppiat scopri il dipinto, messo ora in vendita da Bonhams, in un appartamento nella City, dopo averne dato la caccia negli utimi 30 anni. Lo stesso Ben Okri ha aggiunto: ”è la più importante scoperta degli ultimi 50 anni nel mondo dell'arte africana contemporanea, che equivale al rinvenimento di un raro reperto archeologico”.

La top ten. Nella stessa vendita del 28 febbraio, altre cinque opere di Enwonwu sono entrate nei top ten: “Negritude”, dipinta negli anni '70 e stimata 60-90mila sterline, ha realizzato 100mila sterline, mentre “The Female Form” stimata 50-80mila sterline, ne ha spuntati 110mila. Altre tre sue opere sono state vendute rispettivamente a 40mila, 35mila e 18.750 sterline.
In quarta posizione tra i top ten, un altro artista nigeriano, Yusuf Adebayo Cameron Grillo, con l'opera “Evangelists: Cymbal, Triangle and Tambourine” aggiudicata a 56.250 sterline contro una stima di 50-70mila, mentre in quinta posizione l’artista del Ghana, El Anatsui, con l'opera “At the Ancestors Conference” venduta a 47.500 sterline contro una stima di 20-30mila. Un'opera di Chéri Samba, della Repubblica Democratica del Congo, “La Democratie?” è stata venduta a 27.500 sterline e un'opera “Untitled” dell'ivoriano Aboudia Abdoulaye Diarrassouba aggiudicata a 18.750 sterline.
La vendita Bonhams è stata trasmessa online a Lagos al fine di far partecipare molti offerenti in real time.

© Riproduzione riservata