ArtEconomy24

The Solomon R Guggenheim, 1965-76.

  • Abbonati
  • Accedi

The Solomon R Guggenheim, 1965-76.

Richard Hamilton  Londra, 1922

Tecnica: Rilievo in plexiglas verniciato, 59,3 x 59,3 x 10,2 cm.
Stima: 675.000 $ (581.222 €).
Courtesy opera: The Mayor Gallery, Londra.
Archivio: The estate of Richard Hamilton
Catalogo ragionato: Per le edizioni: «Prints and Multiples 1939-2002» di Etienne Lullin (Kunstmuseum Winterthur, Yale Center for British Art, Richter Verlag, Düsseldorf).
In galleria: Diverse lo trattano, tra cui The Mayor Gallery. Alan Cristea è il punto di riferimento per le stampe.

Quotazione: L'aggiudicazione più recente è 4.247 $ il 25 giugno 2018 da Forum Auctions a Londra per Bathers (b) (Lullin 74) 1969, 38,7 x 54,5 cm, dye-transfer print, rispetto a una stima di 4.645 - 5.972 $. I passaggi in asta sono 2.072 di cui 1.388 aggiudicati (66%). In galleria (The Mayor Gallery) i prezzi vanno da 5.000 a 2,5 milioni di $.
Top-price: 911.764 $ per Fashion-Plate (Cosmetic-Study VII) 1969, 100 x 70 cm, acrilico, collage di carta, pastello e cosmetici su carta litografica da Christie’s Londra il 30 giugno 2008 da una stima di 797.607-1.196.410 $.

Commento:
Nato il 24 febbraio 1922 a Londra. Nel 1952 ha fondato l’Independent Group presso l’Institute of Contemporary Arts di Londra insieme a Eduardo Paolozzi e Lawrence Alloway, gruppo che ha dato origine alla Pop Art inglese. Nel 1956 creò la sua opera più famosa Just what is it that makes today's homes so different, so appealing?, una scena composta da immagini ritagliate da riviste, che mostra una coppia seminuda nel loro spazio vitale. Realizzata per la mostra «This is Tomorrow», organizzata dall'Independent Group alla Whitechapel Art Gallery di Londra nel 1956 ha segnato l’inizio della Pop Art. Celebre anche la serigrafia con Mick Jagger e il gallerista Robert Fraser al loro arresto per droga. Dopo un viaggio a New York nel 1963 ha iniziato a combinare nelle sue immagini elementi di fotografia e pittura. Nel 1993 ha rappresentato la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia. (M.A.M.)