Casa24

A Miami riapre il Nautilus dell'architetto anni 50 Morris Lapidus

  • Abbonati
  • Accedi
TURISMO

A Miami riapre il Nautilus dell'architetto anni 50 Morris Lapidus

  • –di Evelina Marchesini

Sixty Hotels sbarca nell'Art Decò District di Miami con un hotel da collezione il prossimo autunno. Ubicata al 1825 di Collins Avenue, la proprietà, affacciata sul mare, conterà 250 camere. Completamente ristrutturato, l'hotel Sixty Nautilus manterrà però i tratti originari del suo architetto natale, Morris Lapidus, che delineò l'albergo negli anni 50. Le novità contemporanee includono però “plus” all'altezza della sofisticata Miami, come per esempio la grande piscina di acqua salata e riscaldata con impianto stereo sottomarino.

<Il Nautilus cattura e reimmagina la sofisticatezza e l'eleganza dell'epoca degli anni 50 riflettendo una visione di luxury lifestyle e i pezzi di arredamento mixano quelli originali ed Art Decò con elementi contemporanei, creando un'esperienza di ospitalità in grado di colpire il viaggiatore d'oggi. Il design neo-Barocco di Lapidus, sinonimo stesso della Miami dei tempi, resta ben impresso, come il pezzo caratterizzante della lobby definito “stairway to nowhere”>, comunica la catena alberghiera. L'hotel verrà aperto al pubblico all'inizio di ottobre. L'edificio conta otto piani tra la Collins Avenue e l'oceano e, dopo la lobby con soffitti alti 25 piedi, un corridoio con una “gallery wall” conduce a uno spazio multifunzionale definito Bridge Room. L'hotel avrà un ristorante da 200 posti e con sale private separate, con vista sulla piscina. Una penthouse all'ottavo piano offrirà due camere da letto, una sala da pranzo, cucina e una garden terrace. L'hotel (www.sixtyhotels.com/nautilus-south-beach) avrà prezzi a partire da 295 dollari a notte per le superior room, tariffa che include il wifi, chiamate locali illimitate, due sdraio in spiaggia, giornali e l'accesso al fitness center.

Sixty Hotel è un brand che comprende una collezione di hotel di lusso basati a New York e Los Angeles e si ispira al concetto di albergo che vada oltre alla camera per dormire e ai servizi di ristorante e minibar, <per offrire un'esperienza artistica e ispirazionale>. Con l'esperienza dei Thompson Hotels, cessata nel 2013, Jason Pomeranc e i due fratelli Michael e Lawrence, insieme al collaboratore di lunga data Stephen Brandman, hanno dato origine alla società Sixty Collective, e la prima proprietà _ Sixty SoHo a New York _ è diventata un'icona del segmento boutique hotel.

© Riproduzione riservata