Casa24

Il lusso alla Fiermontina- Foto

  • Abbonati
  • Accedi
ospitalità

Il lusso alla Fiermontina- Foto

Una storia che parte dal desiderio di recuperare le proprie radici e arriva a portare sul mercato dell'ospitalità leccese l'indirizzo di lusso che mancava. La Fiermontina ha aperto la scorsa estate a opera dell'imprenditore Giacomo Fiermonte.
Dopo una vita spesa tra diversi Paesi, l'imprenditore è tornato a Lecce sulle tracce della nonna Antonia Fiermonte e da allora ha iniziato a cercare prima una masseria e poi un edificio in città. «Trovato il palazzo del XVII secolo, costruito a suo tempo a ridosso della mura cittadine, ho deciso di iniziare l'avventura nell'ospitalità, dato che la struttura era troppo grande come seconda casa» dice l'intervistato, che continua a vivere a Parigi ma viene in Puglia almeno una volta al mese.

Il sapiente recupero degli spazi - durato dieci anni e costato circa dieci milioni di euro - e un arredamento sofisticato hanno portato a compimento l'hotel.
Le 16 stanze, metà delle quali sono suite, sono corredate da pavimenti in pietra di Trani e arredi nei toni del marrone e del beige.
Nelle parti comuni alcuni arredi della collezione privata del proprietario, come alcune poltrone Le Corbusier, nel giardino - un piccolo uliveto riprodotto nel centro della città dove d'estate si cena - alcune statue ereditate dalla nonna, mentre nei salotti e nell'area destinata alla prima colazione sulle pareti sono affisse locandine dei film che ritraggono il fratello della nonna, diventato attore a Hollywood. «Posseggo altri immobili nel centro di Lecce e penso all'ospitalità diffusa» conclude.
– P. De.

© Riproduzione riservata