Casa24

Piscine domestiche, idroterapia nella vasca sul terrazzo

  • Abbonati
  • Accedi
verso l’estate

Piscine domestiche, idroterapia nella vasca sul terrazzo

  • –di Paola Guidi

Non più e non solo idromassaggio. Oggi le grandi vasche e le minipiscine per esterno riservano trattamenti di benessere e bellezza molto simili a quelli che vengono praticati nelle palestre e nelle Spa, dal massaggio personalizzato alla ginnastica in acqua, per ritrovare la forma ma anche per riabilitarsi dopo un trauma.

È possibile fare tutto ciò in casa, in giardino, in terrazzo, senza dover uscire, anche insieme a parenti e amici. Le ultime vasche idromassaggio di alcune aziende come Endless e Grandform hanno infatti dimensioni e forme che favoriscono la presenza di più persone, e vengono realizzate con la consulenza di esperti fisioterapisti. Tendono a scomparire le versioni “base” dotate cioè soltanto di bocchette e getti standard. Per avere un benessere reale l’idromassaggio deve infatti poter essere regolato in potenza, intensità e direzione dei getti. L’idromassaggio diventa efficace idroterapia, poi, se l’acqua è leggermente riscaldata (28-32 °C) e se i getti e lo loro intensità possono essere usati in base alle esigenze, ai punti dolenti e anche all’età. Da non dimenticare il poggiatesta (spesso optional): pochi sanno che la posizione in vasca richiede un appoggio per il capo soprattutto se si soffre di artrite cervicale. Sono in commercio anche minipiscine come quelle della OasisSpa, che offrono due spazi separati, per l’idromassaggio e per il nuoto controcorrente (vedi scheda).

La minipiscina ha inoltre un grande vantaggio rispetto alle piscine pubbliche o delle palestre: può essere impiegata una dose nettamente inferiore del cloro (necessario per mantenere sana l’acqua). Grazie a materiali più leggeri e a dimensioni contenute è possibile installarle sul terrazzo senza rinforzi che una volta erano invece necessari (come avviene con la bella vasca di Softub). La gran parte dei prodotti disponibili è realizzabile in forme e dimensioni molto varie, tali da adattarsi a giardini o terrazzi di forma irregolare. Ma quando c’è lo spazio, la minipiscina rettangolare con il nuoto controcorrente (vedi scheda) rappresenta la soluzione migliore per chi è giovane, per l’atleta e per chi desidera fare aquagym. Se si desidera utilizzare la minipiscina tutto o quasi tutto l’anno, è consigliabile ricorrere, anziché al riscaldatore elettrico (che consuma molto) allo scambiatore di calore che funziona utilizzando con l’impianto termico già esistente. Senza dimenticare di proteggere la piscina o la vasca con la copertura termica che, tra l’altro, mantiene una temperatura gradevole a lungo.

Infine, i prezzi: le vasche idromassaggio più semplici partono da 800 euro, ma secondo le dimensioni arrivano anche a 3mila euro. Se si aggiungono però accessori e nuoto contro controcorrente si arriva a una media di 10mila euro. Le minipiscine più semplici partono invece da 3mila euro, ma possono arrivare anche a 18mila se riscaldate e “full optional”.

© Riproduzione riservata