Casa24

Inail, 300 milioni per gli acquisti degli immobili dell’Eur

bilanci

Inail, 300 milioni per gli acquisti degli immobili dell’Eur

  • –di E. Sg.

Nel 2015 quattro immobili storici dell'Eur in Roma sono stati acquistati dall'Inail come «investimento immobiliare» «per un valore complessivo di 297,5 milioni di euro». Si tratta dell'Archivio centrale dello Stato, del Museo Pigorini, del Museo dell'Alto medio-evo e del Museo delle Arti popolari. È quando emerge dalla Relazione annuale 2015 dell'Inail, presentata dal presidente dell'Istituto, Massimo De Felice, a Montecitorio.

«L'attività di investimento nel 2015 – ha illustrato il presidente De Felice – è stata particolarmente innovativa, per volume di realizzazioni e per l'impostazione e l'avvio delle nuove politiche». «Nel mese di dicembre sono stati stipulati anche i contratti di acquisto di una sede del ministero della Salute per un importo di 126 milioni di euro».

«Sono proseguite le attività di partecipazione al Fondo comune di investimento immobiliare chiuso a comparti-i3Core gestito da InvImIt Sgr: per i comparti Stato e Territorio sono state richiamate quote per 240 milioni di euro; sono stati attivati i fondi obiettivo (Regione Lazio, Università, Patrimonio Italia) con l'investimento di 131,5 milioni di euro. Nell'ambito del programma di «valorizzazione degli immobili non utilizzati per finalità istituzionali» a maggio è stata autorizzata la partecipazione al Fondo i3- Università con il conferimento di 7 immobili per un valore di 50 milioni di euro», ha spiegato.

© Riproduzione riservata