Casa24

Npl, Cerved prevede l'arrivo sul mercato di 25-30 miliardi di…

non residenziale

Npl, Cerved prevede l'arrivo sul mercato di 25-30 miliardi di immobili

Nei prossimi 3-4 anni verranno collocati sul mercato a sconto 25-30 miliardi di immobili di cui l'80% è non residenziale. È la fotografia scattata da Cerved sul mercato degli Npl e presentata al Mipim di Cannes. Npl che rappresentano un terreno di caccia per gli investitori internazionali nel nostro Paese, come dimostrano le numerose recenti transazioni.

«In Italia lo stock di crediti deteriorati ha raggiunto, alla fine del terzo trimestre del 2016, i 329 miliardi di euro – dicono da Cerved - e tale ammontare include sia le sofferenze lorde (oltre 198 miliardi di euro) sia le inadempienze (120 miliardi di euro) che, nel giro di pochi mesi, potrebbero trasformarsi in vere e proprie sofferenze. Si tratta, quindi, di uno stock molto cospicuo, che grava sul sistema finanziario e produttivo del Paese».
Va considerato che la maggior parte di queste sofferenze (81%) sono originate dalle imprese e sono coperte da garanzie reali per il 36% e per il 23,3% da garanzie personali.

Il mercato dei crediti deteriorati ha preso vita nel 2016 e quest'anno sono stati ceduti, principalmente da banche, circa 43 miliardi di euro di sofferenze.
Analizzandone la composizione, Cerved Credit Management -società del Gruppo Cerved - stima che circa la metà dello stock di crediti deteriorati sia costituito da sofferenze legate a crediti ipotecari. Solo una parte dei crediti garantiti è residenziale, mentre una quota rilevante è costituita da immobili commerciali e capannoni.
Questi numeri creano di fatto un nuovo segmento di mercato, che richiede una gestione attiva per essere riposizionato in vetrina.

© Riproduzione riservata