Casa24

Thovez 11 a Torino, domotica ed efficienza in un contesto storico

residenziale di lusso

Thovez 11 a Torino, domotica ed efficienza in un contesto storico

Per oltre un secolo, il complesso ha ospitato l’Istituto delle Suore del Sacro Cuore e in seguito il Lycèe Français di Torino. Nel capoluogo piemontese sono già partiti da qualche mese i lavori per la riconversione della struttura in residenze di alta gamma, tecnologiche e immerse nel verde di un grande parco urbano. L’intervento fa capo alla Thovez 11, società immobiliare del Gruppo Ferrero di Torino, che a metà maggio ha ricevuto da Bnl (gruppo Bnp Paribas) e Intesa Sanpaolo un finanziamento per 24 milioni – in quote paritetiche e per una durata di 3 anni e mezzo – per sviluppare l'operazione, che in totale vale circa 50 milioni.

L’area che ospita la trasformazione si presenta come una sorta di terrazza affacciata sulla città: concluso il recupero, saranno messe sul mercato residenze con tagli che vanno da 50 a 250 metri quadrati. Da bilocali (pensati anche come investimento) fino a vere e proprie villette e duplex, personalizzabili, con giardino privato e vista panoramica (prezzo medio 5.500 euro al metro quadrato).

«Siamo ai piedi della collina di Torino – raccontano Giuseppe Ferrero, presidente del gruppo promotore, e Luciano Buson, amministratore delegato di Thovez11 –. Una zona esclusiva, che ha tutti i pregi di chi vive immerso nella natura, ma al tempo stesso è a due passi dai servizi, dalle scuole ai negozi, fino all’accessibilità con la rete di mezzi pubblici che in pochi minuti portano in centro».

Le porzioni storiche del complesso verranno preservate ed è in corso un lavoro di restauro. Le nuove residenze, però (anche quelle che saranno ospitate nelle preesistenze del complesso) puntano all'integrazione tecnologica, per il risparmio energetico, il comfort ambientale e il controllo di tutti i dispositivi da remoto. «Ogni unità – spiegano ancora gli sviluppatori – sarà dotata di un contabilizzatore individuale per monitorare e controllare in modo completo e costante i consumi e di un impianto domotico per la gestione del riscaldamento, del raffrescamento e dei carichi elettrici».

A servizio del complesso sono, infine, previsti box e posti auto, punti di ricarica per le auto elettriche e wifi condominiale. Gli alti standard di sicurezza sono garantiti, oltre che dal servizio di portineria, anche da un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso per il parco e le aree comuni.

Il cantiere è gestito da Colombo Costruzioni (già nota per la costruzione del Bosco Verticale di Stefano Boeri e della Nuvola di Lavazza): i lavori si concluderanno a ottobre 2018.

© Riproduzione riservata