Casa24

Come sfruttare in modo funzionale un corridoio degli Anni 60

pillar

Come sfruttare in modo funzionale un corridoio degli Anni 60

Come rendere un lungo corridoio un ambiente vivibile. Negli Anni 60 gli appartamenti venivano costruiti con un lungo corridoio dove si affacciavano le camere e il salotto, quella che oggi chiameremmo la zona living, lontana dalla cucina. Un cliente di Pillar (ex CoContest) – piattaforma di crowdsourcing per l’architettura e l’interior design che mette in contatto i clienti con oltre cinquantaquattromila professionisti di tutto il mondo – ha chiesto di trovare una soluzione moderna per valorizzare questo elemento senza ricorrere a una rivoluzione strutturale dell’appartamento.

La soluzione più pratica è quella dell'architetto Arianna Visconti. In questa proposta il corridoio viene attrezzato lungo una parete con una scaffalatura leggera in modo da creare giochi di luci e ombre. La parete opposta invece viene lasciata completamente vuota facendo sparire le porte delle camere in una superficie continua e liscia grazie all’utilizzo di porte filo muro favorendo l’armonia del flusso verso la zona living.

Continuando a sfogliare le soluzioni progettuali ricevute e avvicinandoci al podio, troviamo l'architetto Marco Galli che esalta il lungo e dritto corridoio trasformandolo in punto di forza e chiave di lettura dell'intero progetto presentato. L’inserimento di un rivestimento in pietra con grandi lastre che inglobano le porte a filo muro delle zone notte crea un percorso dinamico, sfaccettato con larghezze variabli. Il controsoffitto ospita l’impianto luci che crea dei tagli d’illuminazione diffusa segnando il percorso che accompagna il visitatore e lo conduce al cuore della casa.

Tra i 25 progetti diversi ricevuti dal cliente, le vincitrici sono le due architette Giuseppina Bernabei e Barbara Fumarola, che presentano al cliente una soluzione che regala alla casa un’atmosfera diversa, mantenendo la sua classica eleganza. Il corridoio diventa un elemento di continuità arricchito da un mobile contenitore, che corre lungo tutta la sua lunghezza creando un flusso che accompagna alla parete frontale del soggiorno dove viene inserito un rivestimento a boiserie. Il nuovo stile moderno e accattivante è suggerito dall’illuminazione studiata e attenta, tramite un gioco di luci nel controsoffitto del corridoio e alcune lampade di design che convivono con i mobili antichi presenti preservando il sapore classico della casa.

© Riproduzione riservata