Casa24

Come arredare la casa di un single sempre in viaggio

pillar

Come arredare la casa di un single sempre in viaggio

La casa rispecchia la personalità di chi la abita e per un uomo sempre in viaggio rappresenta sia il punto di partenza sia il luogo dove riportare i ricordi di altri luoghi. Per organizzare al meglio gli interni di casa e sfruttare tutti gli spazi, un cliente di Pillar (ex CoContest) – piattaforma di crowdsourcing per l’architettura e l’interior design che mette in contatto i clienti con oltre 54mila professionisti di tutto il mondo – ha chiesto alla community come creare una casa flessibile, che potesse ospitare tutti i suoi ricordi, una casa che non potrà mai far dire “questo oggetto non va bene qui”.

Sono arrivati 49 progetti e il cliente ha avuto modo di scegliere tra diversi punti di vista. L’architettoGabriele Gelmettireinterpreta il concetto di punto fisso e decide di sviluppare la proposta progettuale partendo dal fulcro centrale dell’abitazione, il pilastro. Gli spazi si susseguono in modo armonioso, senza distinzioni nette tra le varie zone. Lungo tutti i muri sono posti degli scaffali e delle pareti attrezzate che permettono di disporre tutti gli oggetti e creare una storia nella disposizione dei vari ricordi acquistati durante i viaggi.

L’architetto Federico Bais si classifica al secondo posto proponendo un design il più lineare e funzionale possibile. L'ampia zona giorno è divisa in quattro zone operative, un ingresso, un ampio salotto con 2 divani e parete attrezzata, una cucina comprendente due colonne frigo/congelatore e forno/microonde e una zona pranzo con ampio tavolo da 6 posti. La carta da parati su tutta la parete di fondo, accompagna lo sviluppo delle varie aree favorendo l'armonia degli spazi che risultano allo stesso tempo ben organizzati.

L'idea di organizzare gli spazi in stanze diverse sembra essere quella dominante e a vincere, infatti, è il progetto dell'architetto Ljiljana Ognjanovic che aggiunge una camera di riserva, utilizzabile come camera degli ospiti ovvero studio o stanza per futuri bambini. Il bagno e la cucina sono posizionati al centro dell'appartamento in modo che la camera da letto patronale si trovi nel lato tranquillo della casa e dalla quale si accede a una grande cabina armadio. Questa divisione dell'appartamento permette così al cliente di dividere i propri ricordi in modo da scegliere quali mostrare agli ospiti esponendoli nella sala e quali tenere per sé nelle aree più riservate della seconda camera e della cabina armadio.

© Riproduzione riservata