Casa24

6/7 Canone calmierato regolato da accordi territoriali

    CASA

    Affitti studenti, una stanza a Milano? Fino a 600 euro al mese

    Il mercato universitario attrae gli investitori

    I contratti concordati vanno redatti su appositi modelli redatti in base alle indicazioni ministeriali
    I contratti concordati vanno redatti su appositi modelli redatti in base alle indicazioni ministeriali

    6/7 Canone calmierato regolato da accordi territoriali

    Gli affitti per studenti universitari possono essere regolati da un particolare tipo di contratto dedicato, a patto di applicare i canoni “calmierati” stabiliti dagli accordi territoriali stipulati tra rappresentanti della proprietà edilizia e sindacati degli inquilini. Tali contratti, che hanno durata da sei mesi a tre anni, sono previsti dall'articolo 5 della legge 431/98 e regolati dai Dm 30 dicembre 2002 e 16 gennaio 2017. I canoni al metro quadrato vengono individuati in base a parametri come la zona di collocazione dell'immobile, il tipo di alloggio e il suo stato di manutenzione, la presenza o il grado di completezza dell'arredamento e dei servizi eccetera. I contratti devono essere stipulati sulla base dei i modelli predisposti dagli accordi territoriali, a loro volta formulati secondo le indicazioni ministeriali. Nel testo va comunque specificato il motivo della transitorietà del contratto, nel caso particolare va inserito il corso frequentato.

    © Riproduzione riservata