Casa24

La tua villa è un po’ «datata»? Ecco come…

g o pillar

La tua villa è un po’ «datata»? Ecco come trasformarla in stile moderno

L'Italia è piena di villette e case di campagna un po’ datate, ma dal grandissimo potenziale: con alcuni interventi alla struttura già esistente è possibile trasformare questi immobili in eleganti costruzioni moderne senza necessariamente buttare giù tutto e ricostruire.

È la strada che ha seguito, ad esempio, il nuovo proprietario di questa villa nell’entroterra laziale, aprendo un contest ad hoc sul marketplace di progettazione architettonica GoPillar.com. In questo modo ha potuto ricevere innumerevoli progetti, ognuno con spunti e soluzioni innovative differenti, dall’ampia community sia italiana che internazionale di progettisti iscritta al sito, vediamone qualcuno.

L’architetto iraniano Behdad Heydari ha previsto la demolizione parziale dei muri strutturali soltanto su due lati dell’ampio open space, prevendendo l’inserimento al loro posto di una cornice portante in acciaio utile ad ospitare grandi vetrate che affacciano a sud e a ovest in modo tale da facilitare la diffusione della luce naturale in tutta la casa. Completano il concept post moderno la sporgenza rettangolare del tetto creata artificialmente senza che vada a coprire nulla e la continuità visiva e spaziale dell’interno con l’esterno, che sembrano quasi un tutt’uno grazie alla struttura in acciaio minimale. Oltre al metallo e all’intonaco bianco, è protagonista il legno, in particolare listoni in balsa o faggio, che rifiniscono in vari punti sia i soffitti interni che la struttura esterna.

Acciaio, legno e intonaco sono ripresi anche nella proposta dell’architetto Arlene Nethania, con alcuni elementi innovativi. Qui l’intonaco lascia spesso lo spazio al cemento a vista e il legno è usato principalmente per pareti e pavimenti, sia internamente con l’uso di un parquet a listoni larghi nella parte riservata alla zona notte, sia esternamente dove va a creare un ambiente unico che comprende patio, zona piscina e jacuzzi. Gli interventi strutturali più importanti realizzati sono l’ampliamento del tetto lungo tutto il lato meridionale dell’immobile e l’istallazione di vetrate apribili a libro; il tutto dona alla casa un aspetto decisamente contemporaneo e geometrico.

L'architetto Mario Matera è riuscito, invece, a conservare la quasi totalità dei muri perimetrali della casa, ammodernandola con aggiunte piuttosto che sostituzioni. In particolare ha previsto la realizzazione di una veranda sul fronte in legno lamellare che segue il profilo delle falde del tetto e di un parapetto in intonaco bianco che segue l'intero perimetro della villa. Per evitare di abbattere i muri, le porte a vetri sono qui sostituite da grandi finestre quasi ugualmente luminose ma meno invasive.

© Riproduzione riservata