Casa24

Johnson controls e Aspesi premiano la Torre Allianz

Mondo immobiliare

Johnson controls e Aspesi premiano la Torre Allianz

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Dal 2015 al 2018, secondo i dati e le proiezioni del World Green Building Trends la percentuale dei costruttori con almeno il 60% di progetti certificati green, raddoppierà. In generale, per realizzare edifici attenti all'impatto sull'ambiente si considerano la complessità dei temi energetici, si mettono a punto soluzioni capaci di ridurre i consumi, si sperimenta e si fa innovazione sul sistema impiantistico, oltre ad ottimizzare le risorse naturali in un'ottica di progettazione passiva. Johnson Controls e Aspesi si sono dati appuntamento martedì 28 novembre a Milano per fare il punto sull'impatto dell'ecosostenibilità e della cyber security nel mondo immobiliare.

Facendo seguito al report presentato a Santa Margherita Ligure, nell'ambito del Forum di Scenari Immobiliari (settembre 2017), dedicato proprio all'edilizia green, si è acceso un faro su un progetto concreto, appena arrivato in cantiere, sviluppato nell'area di Cascina Merlata da Euromiliano e su un'opera già ultimata, la Torre Allianz nell'area di Citylife, premiata in questo contesto con l'Award Johnson Controls “skyline – sua altezza il grattacielo”.

“L'osservatorio sulla sostenibilità ambientale sviluppato con Johnson Controls – ha spiegato Francesca Zirnestein, Direttore di Scenari Immobiliari - ha analizzato, tra i vari aspetti, i vantaggi riconducibili alle buone performance degli immobili, in grado di impattare positivamente sia sugli occupanti, sia sui proprietari. Un ridotto consumo di energia può infatti portare maggiori margini di profitto e maggiori ritorni da investimenti in ambito immobiliare”. Su questa linea si inserisce il progetto del nuovo smart district UpTown di Cascina Merlata, un'iniziativa residenziale che pone le basi per nuovi modi di vivere la città, un quartiere a impatto zero, basato su domotica, attento al risparmio energetico, dove la connettività è un servizio a 360 gradi. “Un progetto – spiega Attilio Di Cunto, Ad di Euromilano – per il quale abbiamo investito pensando alla qualità della vita di chi andrà ad abitarvi e allo stesso tempo cercando di innovare il processo, applicando anche il metodo del Building Information Modelling, per coordinare tutte le fasi del processo, dal concept alla gestione dell'edificio una volta consegnati gli appartamenti, chiavi in mano”.

UpTown è l'ultimo progetto nato nell'ambito del piano di Cascina Merlata, a pochi passi dall'area Expo, firmato dal team guidato da Recchi Engineering con l'architettura di Alessandro Scandurra e Umberto Zanetti. “Sarà gestito da un district manager - racconta Di Cunto - inserito in un parco immenso, con aree per lo sport e il tempo libero, collegamenti facili con le infrastrutture e percorsi per la mobilità lenta. Le case saranno integrate con l'asilo nido, la palestra, la biblioteca e spazi di co-working”. Attenzione al mix funzionale con spazi che favoriscano l'aggregazione sociale, ma soprattutto “si è lavorato su una pianificazione urbanistica che mette al centro la qualità della vita della persona. E da lì si sono generate scelte progettuali come l'alimentazione attraverso una rete geotermica e la certificazione in Classe A per tutte le case”.

Si guarda all'immobiliare di domani ma si apprezza chi ha raggiunto ottimi risultati oggi. “In questa seconda edizione, dopo il premio al Bosco Verticale di Stefano Boeri, si è deciso di assegnare l'Award Skyline - Sua Altezza il Grattacielo – dichiara Francesco Giaccio, presidente e Ad Tyco Fire & Security spa / Johnson Controls – all'architetto Luigi Colombo, Ad Colombo Costruzioni “per aver modificato con la Torre Allianz lo Skyline della città tramite un avanzato sistema di progettazione integrata e sostenibile che ha consentito all'edificio di guadagnare la certificazione Leed Gold”.

© Riproduzione riservata