Casa24

Se l’inquilino perfetto si trova con le app

innovazione e affitti

Se l’inquilino perfetto si trova con le app

App e innovazioni tecnologiche per rendere più agile e trasparente il mercato degli affitti. Dalla ricerca di coinquilini “su misura” con cui condividere un appartamento alla gestione semplificata delle locazioni grazie a servizi online sempre più mirati. Sono alcune delle novità lanciate da imprese e startup che puntano sulla digitalizzazione del real estate sfruttando appieno le potenzialità di web e social media.

Un caso interessante è quello di Badi, app nata due anni fa in Spagna, e ora al debutto in Italia, dedicata all’affitto di stanze non turistiche in appartamenti condivisi. Si tratta di una piattaforma che, applicando l'intelligenza artificiale alle informazioni disponibili sui social network, permette di pubblicare/cercare stanze disponibili e di trovare in tempi brevi – senza intermediari né commissioni – il coinquilino “ideale” in base ad età, gusti e interessi. Il funzionamento dell'app, disponibile per iOS e Android, è incentrato su un sistema di “smart recommendation” – appositamente creato da un team di data scientist – che unisce i dati non sensibili contenuti nei profili social degli iscritti ad altri acquisiti mediante apprendimento automatico: ogni volta che si accetta o rifiuta un possibile match, infatti, il sistema recepisce ulteriori preferenze, affinando la ricerca.

L’obiettivo è di massimizzare le probabilità d’incontro tra potenziali coinquilini con elevato livello di affinità. Una volta messi in contatto, i due interlocutori possono conoscersi attraverso la chat dell’app, organizzare visite, effettuare pagamenti sicuri della cauzione attraverso la piattaforma (servizio in fase test). Dopo aver raggiunto in Spagna, in due anni, quota 6 milioni di richieste d’affitto l’anno, raccogliendo investimenti per 4,3 milioni di euro, l’obiettivo per il primo anno nel nostro Paese è di toccare i «due milioni di richieste di affitto».

Si rivolge agli affitti residenziali tradizionali Gromia, startup italiana nata quasi tre anni fa per semplificare e rendere più trasparente il mercato delle locazioni a medio-lungo termine. La piattaforma online, operativa su Milano (con 2.500 immobili in database) e prossimamente su Roma e Torino, oltre ad offrire il classico pacchetto “Affitto” (costo 299 euro per ogni contratto siglato) – che consente a proprietari di trovare inquilini in tempi rapidi affidando a Gromia buona parte degli adempimenti organizzativi (fotografie, annunci, gestione visite, selezione candidati, redazione e registrazione contratto) – ha appena lanciato due nuovi piani, “Gestione” e “Rendita”, con l'obiettivo di massimizzare i proventi delle locazioni e snellire il più possibile gli impegni per i locatori.

Con il servizio Gestione (costo 5% del canone più 199 euro una tantum), Gromia si occupa di tutte le operazioni da svolgere durante il periodo d'affitto: dalla riscossione automatica dei canoni, con addebito diretto su c/c o carta di credito dell’inquilino, alla gestione online delle richieste di intervento (come idraulico, elettricista), fino al supporto fiscale, alla predisposizione di un “cassetto digitale” per i documenti e alla tutela legale (in caso di controversie). Si rivolge invece a chi mira a ottenere un'entrata mensile certa, regolare e sicura il piano “Rendita” (costo variabile), servizio onni-comprensivo che sgrava il proprietario sia dal rischio di “sfitto” che da quello legato alla morosità (copertura assicurativa fino a 12 mensilità di canoni non riscossi), oltre a offrirgli un rimborso spese legali fino a 2.000 euro.

Prosegue, intanto, il boom del mercato degli affitti brevi, sopratutto nelle grandi città, arricchendosi di immobili per ogni target e puntando con decisione anche sul segmento lusso. Ne è un esempio la nuova acquisizione, da parte di Halldis, di un nuovo immobile di prestigio a Milano, in pieno centro storico (in via Morigi, nel cuore delle Cinque Vie): una casa indipendente di 260 mq su 3 piani (ristrutturazione di un'antica falegnameria costruita sulle mura del circo romano), arricchita da opere d'arte e arredi di design, con un prezzo che parte da 700 euro a notte.

© Riproduzione riservata