Casa24

A Zurigo per chi affitta la casa buoni affari ma il mercato frena

focus città del mondo

A Zurigo per chi affitta la casa buoni affari ma il mercato frena

Zurigo. (Marka)
Zurigo. (Marka)

Alla ricerca del rendimento da affitto. Il mercato immobiliare residenziale di Zurigo registra i prezzi più alti della Svizzera, generati da anni di crescita e da una situazione in cui la domanda di alloggi in affitto prevale nettamente sull'offerta. Con la conseguenza che i canoni di locazione sono sempre più alti, trovare un appartamento in affitto non è affatto facile e i rendimenti per gli investitori immobiliari sono diventati competitivi rispetto alla maggior parte degli impieghi alternativi. Ma la gallina dalle uova d'oro comincia a lasciar intravvedere i primi segnali di un prossimo stop.

COSì STA CAMBIANDO IL MERCATO IMMOBILIARE A ZURIGO
(Fonte: Scenari Immobiliari)

Il giro di boa? «La proprietà immobiliare: una sorta di Fata Morgana?» si domanda Credit Suisse nell'ultimo research (marzo 2017) sulle proprietà immobiliari in Svizzera. Dopo 14 anni di risalita dei prezzi degli immobili, in molti casi l'acquisto di un alloggio si rivela impossibile per molte famiglie svizzere. Secondo Credit Suisse, i bassi tassi d'interesse sono infatti solo un'illusione ottica, in un contesto in cui i requisiti richiesti per accedere al credito bancario sono sempre più severi e lasciano passare tra le maglie della selezione solo pochi candidati.

La conseguenza è, in genere, la necessità di affittare la casa in cui si vive, se comprare diventa impossibile. Il che continua a rendere profittevole investire in immobili in Svizzera per metterli a reddito. Ma, avverte l'istituto d'Oltralpe, il futuro sarà a due velocità, con le città ancora relativamente a buon mercato che continueranno a mantenere o anche aumentare i prezzi immobiliari e, dall'altro lato, le città già care – come Zurigo – che inizieranno invece a vedere un ribasso, però al momento contenuto e stimato mediamente in un -0,5 per cento.

Qualità al top
Zurigo però non è solo cara. È anche la seconda città al mondo con la miglior qualità della vita, secondo la “Mercer quality of living survey 2017”, dopo Vienna. Mercer prende in considerazione 231 città di tutto il mondo e mette in comparazione una quantità di indicatori che includono il contesto politico e sociale, gli standard dell'educazione e dell'assistenza sanitaria, l'economia, i servizi pubblici, il mercato abitativo e il contesto ambientale. Insomma, a Zurigo si vive bene ed è una delle città europee in cui i cosiddetti “expatriates” preferiscono vivere e lavorare.

Mercato a due velocità
Sarà anche per la qualità della vita molto elevata, ma i segnali di rallentamento a Zurigo non intaccano assolutamente il segmento degli immobili di lusso. «Si assiste a una corsa all'acquisto nel segmento del lusso, con conseguente carenza di offerta e ulteriore aumento dei prezzi, mentre nel segmento medio l'andamento delle transazioni è rallentato dalla comunque scarsa convenienza degli immobili nella regione – spiega Carlotta Lancia, dell'Ufficio studi di Scenari Immobiliari –. Il trend tenderà a consolidarsi e lo squilibrio è destinato ad ampliarsi. Ne giova il mercato della locazione, unico strumento disponibile per abitare in città». Scenari Immobiliari elabora in esclusiva per Il Sole 24 Ore le informazioni statistiche e di mercato dei Focus immobiliari dedicati alle città estere (le precedenti pubblicate sono Barcellona, Vienna e Toronto), in particolare a quelle più attraenti in termini di investimento o ambite per la qualità della vita che offrono. «Nei centri e nelle ubicazioni più richieste di Zurigo come la Gold Coast e la City, infatti, la proprietà è già da tempo un sogno irrealizzabile per chi percepisce un reddito medio – continua Carlotta Lancia –. In queste zone i prezzi sono in aumento tra il 4,5% e l'8,8%».

Oggi, secondo le linee guida in materia di sostenibilità finanziaria, un immobile di nuova costruzione di livello medio è oltre la portata della famiglia svizzeera media. Anche i costruttori sanno che sviluppare nuovi progetti è attualmente rischioso, per cui sono limitati i metri quadri in via di sviluppo. I prezzi elevati nei pressi del lago di Zurigo spingono le famiglie a ripiegare sulle regioni limitrofe. Questa tendenza ha determinato anche lì una crescita accelerata dei prezzi. A Zurich City la media dei prezzi va dai 13mila ai 18mila euro, nella Golden Coast del lago da 16mila a 20mila, nella sponda sinistra da 15mila a 20mila: l'area limitrofa più a buon mercato è quella di Baden-Bremgarten, con costi dai 6mila agli 11mila euro, con una variazione annua del 5,2%, seconda solo all'8,8% della lussuosa Golden Coast che chiuderà l'anno al +8,8 per cento.

© Riproduzione riservata