Casa24

Così terrazzo e area living diventano un unico ambiente

go pillar

Così terrazzo e area living diventano un unico ambiente

Quando si dispone di un grande terrazzo, il rischio è che rimanga per lo più spazio inutilizzato, valorizzato solo sporadicamente nel periodo estivo o occupato soltanto da piante in vaso. Ci sono invece tanti modi per sfruttare gli spazi esterni e integrarli con la zona giorno della nostra casa, in questo modo facendo un miglior uso dei metri quadri acquistati. Esattamente questo era l'obiettivo di una giovane coppia che si è rivolta alla community internazionale di architetti di GoPillar per ricevere soluzioni progettuali diverse tra cui scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e al proprio budget da implementare.

L’architetto Dario Salerno, ad esempio, ha diviso il terrazzo in tre zone funzionali, la prima delle quali è direttamente collegata al grande open space disegnato all’interno. Il collegamento avviene tramite un'ampia porta finestra a tutta altezza che conduce in un angolo divani riparato da pareti in listoni di legno. Quando si esce, il pavimento effetto pietra che riprende il laminato scuro usato all’interno e le pareti più alte di una normale balaustra creano l’illusione di trovarsi ancora all’interno. Inoltre, per sfruttare al massimo lo spazio, nel resto del terrazzo è stata pensato il posizionamento di una vasca idromassaggio a basso budget, reso possibile dalla creazione di una semplice pedana in legno rialzata, e di una zona barbecue coperta con pavimentazione in erba sintetica per ricreare, invece, un effetto giardino.

Il progetto di Simone Canepa ha immaginato la continuità tra gli spazi nella struttura stessa della facciata, che sporge a punta a mo’ di prua di nave: questa conformazione è stata sfruttata per creare una copertura quasi naturale, completata dall’installazione di tende da sole triangolari con chiusura a rullo, di parte della terrazza, che diventa come il ponte di una barca a vela urbana. Per accedervi è stata pensata una porta a libro che sparisce, quando completamente aperta, dando quasi la sensazione che non ci sia alcuna divisione tra spazi interni ed esterni. Questo spazio è molto polivalente, può essere adibito ad area living tramite il posizionamento di un salottino, può essere sfruttato in continuità con la cucina, installando elettrodomestici utili per particolari preparazioni adatte anche all’esterno (grigliate, pesce ecc.), o semplicemente usato come zona relax.

La proposta vincitrice è quella di Ashutosh Kumar Singh, che ha previsto la creazione di una vera e propria struttura depandance in legno chiusa solo su due lati e che ha la doppia funzionalità di creare uno spazio intimo ma in armonia con il resto della casa. Le aperture su due lati e il lucernario superiore con diffusori di luce su tutti i lati permettono di avere la visuale e l’affaccio sull’esterno che, grazie al riscaldamento, potrà essere godibile per tutto l’anno. La struttura è in legno di quercia in vari colori, grigio, legno chiaro e legno scuro, che può essere sostituito da listelli in materiale meno pesante effetto legno con il doppio scopo di alleggerire la struttura e risparmiare sui costi di realizzazione.

© Riproduzione riservata