Casa24

JLL, buone prospettive per il 2018

investimenti

JLL, buone prospettive per il 2018

Appare roseo il futuro nei dati appena pubblicati da JLL sul mercato real estate istituzionale. Buone le prospettive per il 2018, in linea con i volumi del 2017.
L’anno passato si è chiuso con investimenti record per 11 miliardi di euro, in crescita del 15% rispetto all’anno precedente, volumi sui quali Milano ha un peso del 37%. Il capoluogo lombardo continuerà a essere un polo attrattivo per gli investimenti real estate anche nell’anno in corso, ma Roma vedrà crescere il proprio peso percentuale grazie a nuove opportunità di riqualificazione e rilancio.

“Nel 2018 si dovrebbe confermare il ruolo primario degli uffici anche se la logistica rappresenta un trend emergente” recita una nota di JLL.
Nel 2017 l’affluenza di capitali internazionali ha rappresentato il 74% del volume totale contro il 24% del 2012, punto minimo assoluto per gli investimenti. In termini di provenienza il 49% degli investimenti arriva da Paesi europei, il 26% è italiano e la restante quota è ripartita tra Asia e America.
I volumi si sono riversati per 4,5 miliardi negli uffici, che si confermano l’asset class preferita dagli investitori (+21%). È la logistica a fare la parte del leone con volumi di 800 milioni (+28% rispetto al 2016) grazie ad un mercato delle locazioni più dinamico e al supporto della forte attività dell’e-commerce.
Aumenta la quota riservata ai segmenti meno tradizionali quali le Rsa, il settore sanitario, lo student housing, il residenziale classico e nelle sue forme più alternative, che hanno registrato nel 2017 una crescita del +27% per un volume di 1,9 miliardi di euro.
Male il retail che perde il 23% dei volumi.

© Riproduzione riservata