Casa24

Al Mipim oltre 24mila partecipanti, immobiliare italiano protagonista

  • Abbonati
  • Accedi
verso la kermesse di cannes

Al Mipim oltre 24mila partecipanti, immobiliare italiano protagonista

Oltre 24mila partecipanti provenienti da più di cento Paesi stanno per affollare Cannes e le vicine località della Costa Azzurra per quella che è ormai la kermesse più attesa dell'anno, a livello mondiale, sul fronte immobiliare. Da martedì 13 marzo a venerdì 16 il Palais des Festivals e la Croisette ospiteranno il Mipim e diventeranno il palcoscenico in cui va in scena il futuro del real estate e delle città e dietro le quinte si chiuderanno, come ogni anno, operazioni da centinaia di milioni. “The world’s leading property market” ospiterà, in quattro giorni full time, oltre cento conferenze con più di 360 speaker registrati, diversi forum tematici e padiglioni-Paese che assomigliano a veri viaggi nel futuro.

Il fil rougedell’urbanizzazione mondiale
La tematica principale di quest’anno sarà “Mapping world urbanity”, letteralmente mappare l’urbanizzazione mondiale, dato che l’espansione delle zone urbane disegna una nuova cartografia mondiale e contribuisce a riposizionare il ruolo delle città. Nel prossimo futuro saranno infatti le città ad assumere un ruolo economico di rilievo e il forte focus sull’argomento, in questa ventinovesima edizione del Mipim, si propone di esplorare quale sarà il ruolo delle città, quale sarà il modo di vivere e quale impatto avrà la trasformazione delle città sulle strategie dell'industria immobiliare. Le conferenze su questo tema si snoderanno in ben 115 sessioni, che cercheranno di individuare i modelli urbani in vista del 2030, quando la popolazione mondiale arriverà a 8,5 miliardi, per passare poi a 9,7 miliardi nel 2050. E il 60% della popolazione confluirà nelle città. La sfida del sarà ampia, attraversando i temi delle nuove abitazioni, degli uffici del futuro, delle superfici miste, delle infrastrutture, dei mezzi di trasporto.

La conferenza inaugurale vedrà sul palco la giovanissima militante Adora Svitak, che verrà a “sfidare” i professionisti del settore partendo dal punto di vista delle nuove generazioni: Adora ha oggi 20 anni ed è stata una bambina prodigio che a soli 8 anni ha scritto il suo primo libro e che a 10 anni ha attirato l'attenzione di 5 milioni di spettatori con la conferenza a Ted “What adults can learn from kids”; nel 2013 ha partecipato al fianco di Ban Ki Moon, al Consiglio economico delle nazioni Unite.

Italia sotto i riflettori
L’Italia si presenta al Mipim di Cannes con molte cartucce da sparare. Oltre a riempire le fila dei candidati ai Mipim Awards, gli Oscar del settore immobiliare, i dati allo scorso 22 febbraio registrano circa 900 delegati italiani già iscritti (831 in totale, incluse le presenze last minute, nel 2017) e oltre 400 società. Per il quarto anno consecutivo il nostro Paese si è organizzato con un Padiglione italiano, sotto la regia di Ice – l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane che, su impulso del ministero dello Sviluppo Economico, promuove e organizza il Padiglione Italia in sinergia con i ministeri della Difesa e dell'Economia e delle Finanze – e di Ance (Associazione nazionale dei costruttori edili) dall'altro.
In qualità di partner dell'Agenzia Ice ci sono dieci Regioni (Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino, Veneto), che si aggiungono ai cinque “pilastri” centrali costituiti da Agenzia del Demanio, Cassa depositi e prestiti, Difesa Servizi, Fs Sistemi Urbani, Invimit, oltre alla citata Ance, a Confindustria Alberghi e Assoimmobiliare.

Presente anche la Città Metropolitana di Bologna e uno spazio dedicato alla Città di Milano e alla Regione Lombardia, al quale aderiscono anche alcune aziende del settore con progetti rilevanti sul territorio lombardo. I progetti che verranno presentati al pubblico internazionale sono molti e sono consultabili anche all'interno del portale dedicato al real estate pubblico, www.investinitalyrealestate.com, vetrina virtuale del patrimonio immobiliare italiano.

Le proposte di Ance
Seguendo quello che è il tema principale di questa edizione del Mipim, Ance si concentrerà quest’anno su veri e propri interventi di riqualificazione che puntano al recupero di interi quartieri, ravvivando l’offerta turistica, i servizi e le attività economiche nell’ottica del rinnovamento urbano. «Quest’anno abbiamo deciso di promuovere veri interventi di rigenerazione urbana e non solo semplici interventi di sviluppo o di ristrutturazione di edifici perché crediamo sia quello il mercato del futuro in Italia – spiega Gabriele Buia, presidente Ance –. Siamo un po' indietro, in tal senso, rispetto agli altri partner europei e internazionali che hanno già cominciato da tempo a intervenire sulle città, ma le nostre città hanno tante e tali potenzialità da potersi riprendere facilmente la scena. Gli interventi che presentiamo creano nuovi spazi urbani con servizi e sistemi di accoglienza del tutto nuovi che potranno dare nuovo impulso sociale ed economico ai quartieri in cui sorgono”. Tre i progetti sotto i riflettori: riconversione delle Antiche terme Tricarico a Bagnoli del Gruppo De Sanctis, intervento di riqualificazione di Palazzo Cavour a Roma a cura dell'impresa di Prim Spa, l'Ecodistrict di Palladium Italia Srl nell'asse nord-ovest di Milano, con Mazzalveri e Comelli Spa.

© Riproduzione riservata