Impresa & Territori

Dossier Crescono del 5,4% i prestiti per arredare casa

Dossier | N. 40 articoliIl design al Salone e al Fuorisalone: la settimana d'oro di Milano

Crescono del 5,4% i prestiti per arredare casa

  • –di
(Marka)
(Marka)

Cresce il peso del settore arredamento nel credito al consumo: 1,7 miliardi di euro di finanziamenti erogati nel 2017 secondo Compass (+5,4% sul 2016) per un importo medio finanziato di oltre 2.400 euro. Si tratta di un settore per cui oltre il 40% gli operatori stimano «un aumento delle vendite per il prossimo anno».

Il 55% vorrebbe una casa che permetta di risparmiare sui costi di manutenzione e sui consumi, ma che sia anche polifunzionale (per il 53%), con spazi adattabili alle diverse esigenze quotidiane della famiglia. Per il 28% l’abitazione dovrebbe poi essere ecologica ed ecosostenibile.

Tra i nuovi trend, «per la metà delle famiglie – si legge nella nota diffusa da Compass – il principale elemento di innovazione del settore riguarda la sfera tecnologica con la domotica e la smart home». Funziona anche l’abbinamento di arredamento low-cost a oggetti importanti di design, «sulla scia del “mix & match” avvenuto in questi anni nella moda».

Per quanto riguarda i “gusti d’arredo” delle famiglie italiane, il 36% preferisce una casa dallo stile moderno, «con linee esatte e precise, optando per i volumi compatti e i colori puri», una su tre è orientata verso «le geometrie pulite tipiche dello stile scandinavo, con una scelta cromatica chiara e naturale». Una minoranza, invece, sceglie monili più «tradizionali» o fas celte più «ricercate» e «vintage», lo shabby chic o l’etnico».
Il soggiorno – spazio pensato principalmente per ospitare ed accogliere amici e parenti – è il luogo prediletto per quasi la metà degli italiani (49%), seguito dalla cucina (26%), a cui però si richiede una maggiore funzionalità.

Il 65% degli intervistati, comunque, è soddisfatto della propria abitazione. Nonostante questo non mancano alcune valutazioni critiche, come la necessità di un intervento di ristrutturazione (per il 37%) e, in misura minore, sulle dimensioni e sulla luminosità. Solo il 17%, invece, dichiara di aver problemi di vicinato.

L’Osservatorio Compass ha analizzato anche il livello di conoscenza e l’impatto dei bonus fiscali sulle vendite: «tre italiani su quattro sono a conoscenza degli incentivi per il 2018, e tra chi è al corrente oltre la metà dichiara di volerli utilizzare, soprattutto per la ristrutturazione edilizia e l’acquisto di mobili ed elettrodomestici».

© Riproduzione riservata