Impresa & Territori

Dossier Eco-design ed educazione creativa al Fuorisalone

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 40 articoliIl design al Salone e al Fuorisalone: la settimana d'oro di Milano

Eco-design ed educazione creativa al Fuorisalone

Eco-design ed educazione creativa al tema del verde e della sostenibilità. Debutta oggi 19 aprile a Milano la prima edizione dei “RivaViva Eco Awards”, iniziativa dalla quale emergeranno i migliori mobili ecologici della Design Week. Inoltre, nello spazio RivaViva del quartiere Isola di Milano, arriva per la prima volta l’arredamento creato dai progettisti della Scuola di Sarajevo rappresentata dalle aziende Artisan e Gazzda, con cui collaborano designer di fama internazionale come Salih Teskeredzic e Mustafa Cohadizic, che riprendono la tipica abilità e manualità degli intagli del legno della tradizione locale e che RivaViva rappresenta in esclusiva in tutta Italia.

A fare da liaison all’iniziativa tutta in versione verde, un nuovo albero per ogni mobile venduto. Per tutta la durata degli Eco Awards, RivaViva, in partnership con Legambiente, lancia l’operazione “Un eco-mobile un albero”, con la quale per ogni prodotto venduto, RivaViva pianterà in una zona della provincia di Milano un nuovo albero che porterà il nome della persona che ha realizzato l’acquisto.

«Ogni pezzo esposto nello showroom, realizzato con amore e raffinata cura artigiana, non è solo un elemento di arredo, ma un esempio di arte decorativa moderna», dicono da RivaViva. Il compito di votare quello che meglio rappresenta la sintesi tra natura, bellezza e innovazione spetterà dunque ai giornalisti (che assegneranno l'Exclusive Eco Award 2018) e al pubblico (che voterà il Testing Eco Award 2018), votazioni che avvengono con le schede a disposizione nello spazio stesso.La premiazione finale avverrà durante una serata-evento del 10 maggio.

La parola d’ordine dell'evento è una vita “a impatto zero” che non rinunci alla bellezza e non solo una scelta a favore dell’ambiente, ma anche della salute di chi vive la casa e i suoi arredi. «Il design come frutto di una concezione efficace dei materiali, che non contengano sostanze nocive, come solventi, petrolio, formaldeide e altri agenti tossici, e dell’intelligenza della progettazione. Un design, insomma, sano, bello e sostenibile», spiegano i promotori dell’iniziativa.

RivaViva è anche partner di Green Island 2018 di Claudia Zanfi, il primo progetto che ha portato il design per le vie del Quartiere Isola e che sviluppa da sempre azioni di divulgazione e promozione culturale nell'ambito della tutela ambientale, dell'eco-design e dell'educazione creativa al tema del verde e della sostenibilità.

© Riproduzione riservata