Impresa & Territori

Dossier Le 10 cose da vedere oggi al Fuorisalone: Brera e Triennale

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 40 articoliIl design al Salone e al Fuorisalone: la settimana d'oro di Milano

Le 10 cose da vedere oggi al Fuorisalone: Brera e Triennale

Se Milano si sta espandendo lungo diverse direttrici, il cuore artistico della città rimane Brera. Il tour quotidiano oggi parte dal luogo cardine dell’arte milanese: la Pinacoteca di Brera. Raggiungibile con una passeggiata dal centro (fermata Duomo, linea rossa e gialla, e dieci minuti a piedi, passando per la Galleria e davanti alla Scala, fino a via Brera 28), per la design week, nell’ambito dell’evento Transitions by Panasonic Design, ospita l’installazione Air Inventions: una bolla che troneggia nel cortile dell’Accademia e nella quale è stata creata un’aria il più possibile purificata, grazie alle tecnologie sviluppate dall’azienda giapponese nel campo del condizionamento.

Girato l’angolo e varcato il cancello, non perdete l'Orto Botanico. Spesso dimenticato durante l'anno ( è un'oasi di tranquillità in pieno centro), durante il Salone si rianima in modo sempre nuovo. Questa volta è stato trasformato da Mario Cucinella Architects e SOS-School of Sustainability (con Eni gas e luce) in una città green e smart. L’installazione è una delle componenti di Interni-House in Motion, mostra evento in calendario fino al 28 aprile.

Dal Fuorisalone: Cabaret dei mostri a teatro

La valorizzazione degli spazi aperti è uno dei grandi temi del Fuorisalone, che nasce, appunto, in piena sinergia con la città. Ne sono un esempio il progetto di riqualificazione della piazza e del chiostro della Basilica di San Marco (in via San Marco, raggiungibile a piedi dall'Accademia) che fino a domani ospita dOT – Design Outdoor Taste, una sorta di oasi outdoor nel quale si mescolano design e una riflessione sul Mediterraneo.

Al confine nord del distretto del design di Brera, in Piazza XXV Aprile (fermata Garibaldi o Moscova) è invece visitabile Mi-Orto, un progetto di agricoltura urbana realizzato da Eataly in collaborazione con Liveinslums Onlus. Nella stessa piazza, l'albero Don't call me..Dafne di Elena Salmistraro per Timberland, una riflessione sul tema della sostenibilità.

Il Brera Design District è ricco di eventi e scegliere solo 10 tappe potrebbe non essere semplice: tornando in via Brera, al civico 30, II piano, ha sede l’appartamento Lago, tappa immancabile per i cultori della zona.

Quest’anno ospita la mostra di Italianism, “Come si dice Pattern in italiano?” , con 40 progetto realizzati da altrettanti talenti italiani, tra cui l’illustratore Riccardo Guasco, la Data Artist Giorgia Lupi (e il creative director del Sole 24 Ore Adriano Attus).

La tecnologia cambia il design, cosa scoprire al Fuorisalone

Inoltrandosi tra le viuzze del quartiere, non si può non passare in via Palermo: al civico 8 c’è Eligostudio che ospita l’esposizione Amlets by Fantin. Cinque stanze nelle quali si sviluppa la riflessione sull’utilizzo del metallo, materiale principe nella produzione di Fantin, che presenta la cucina Frame.

Spostandosi verso Est, invece, tra le proprie tappe si possono inserire la presentazione di Cinetica (via San Fermo, 7) - la collezione curata da Studio Lido per Marinoni Peltro: si tratta di un nuovo concept che permette di decorare superfici ampie, con grande dinamismo – e l’installazione di Masiero, in una vecchia stamperia milanese al 25 di via Moscova. Dall'altro lato della strada c'è la Mediateca Santa Teresa: ospita l’esposizione Wallpaper* Handmade, una riflessione sul benessere mentale e fisico, legata (anche) al design.

Camminando lungo via Moscova si arriva all’omonima fermata della metropolitana: la linea verde, direzione Assago, conduce a Cadorna. Da lì, costeggiando parco Sempione, si arriva alla Triennale, tempio dell’arte contemporanea e del design a Milano. Fino a domani il museo ospita un’installazione di Azimuth Yachts, La dolce vita 3.0, che vuole offrire un’esperienza multisensoriale della navigazione. Raccontando una filiera rigorosamente made in Italy.

Sempre alla Triennale, ma fino al 6 maggio, la mostra Atelier Mendini. Le Architetture, a cura di Aldo Colonetti, voluta da Abet Laminati.

© Riproduzione riservata