Casa24

A Parigi i prezzi delle case cresceranno più che in tutta Europa

  • Abbonati
  • Accedi
MERCATO

A Parigi i prezzi delle case cresceranno più che in tutta Europa

La regina dei mercati residenziali mondiali nel 2018 sarà Parigi. Parola di Knight Frank, casa londinese specializzata nei mercati immobiliari di pregio in tutto il globo. La capitale francese consoliderà quest'anno la ripresa dalla dèbacle degli ultimi anni, già iniziata nel 2017, grazie alle aspettative sull'economia del Paese in generale e della città in particolare. Le previsioni di Knight Frank sono di un ulteriore aumento medio dei prezzi del 10% a Parigi, mentre New York, Miami e Londra sono previste in retrocessione.

«Parigi è tornata nel radar degli investitori globali – spiegano dal dipartimento research di Knight Frank – in particolare di quelli dagli Stati Uniti, il Medio Oriente e la stessa Europa. I capitali fluiscono verso gli uffici, soprattutto nuovi, ma anche verso le proprietà di pregio, per le quali prevediamo un aumento dei prezzi del 9-10% nel 2018».

Anche l’Associazione dei notai francesi è della stessa opinione. L'aumento dei prezzi nel terzo quadrimestre 2017 è stato del 7,8% e le previsioni sono di un ulteriore aumento del 10% nel 2018. Sempre secondo l'Associazione dei notai francesi, la maggiore attività di compravendita nel 2017 si è vista nella “Grande Parigi”, vale a dire fuori dall'anello periferico e verso i vari municipi che compongono l'area metropolitana. Non tutta la Francia, ovviamente, cresce allo stesso ritmo: le previsioni sono di un aumento medio dei prezzi del 4,3%, con Parigi in testa, seguita da Bordeaux, Le Mans, Brest.

A livello di quartieri centrali, gli aumenti maggiori (misurati a novembre 2017) sono stati registrati nel 6° Arrondissement (+13,6%), nel 18° Arrondissement (+11,8%), nel 4° (+11,7%) e nel 7° (+11,1%). I prezzi medi al metro quadrato più elevati sono quelli del 6° Arrondissement, a 13.351 euro al mq, seguiti dal 7° a 12.103 euro al metro. Da sottolineare che, dal 1° al 20° Arrondissement, in nessuno si è avuta una diminuzione dei prezzi, che sono aumentati nella città a partire da un minimo del +3,6 per cento.

Ma il futuro è certo? A porsi la domanda sono in molti e non mancano le voci più riflessive, che fanno notare come tassi di aumento dei prezzi a due cifre non siano sostenibili nel medio periodo. Intanto, però, è corsa all'acquisto da parte degli stranieri, che hanno iniziato una vera caccia al tesoro all'ombre della Torre Eiffel.

© Riproduzione riservata