Casa24

Blackstone primo gestore immobiliare con 184,3 mld di asset

  • Abbonati
  • Accedi

Trova casa su

Fund manager Survey

Blackstone primo gestore immobiliare con 184,3 mld di asset

I fondi immobiliari mondiali diventano sempre più grandi e le attività gestite continuano a salire. A fine 2017 gli asset under management con riferimento al real estate hanno raggiunto i 2.700 miliardi di euro, in aumento di 300 miliardi rispetto a un anno prima. Nel contempo, i gestori del settore nelle prime cinque posizioni a livello globale vantano masse gestite superiori ai 100 miliardi di euro ciascuno. A tracciare il quadro l’ultima Fund manager Survey di Inrev, Anrev e Ncreif, le associazioni di settore nel campo delle attività immobiliari gestite che fanno capo a veicoli non quotati: il sondaggio quest'anno ha preso in considerazione 162 società, che rappresentano appunto 2.700 miliardi di euro di asset gestiti.

Per il secondo anno consecutivo è il Gruppo Blackstone a guidare la classifica dei real estate fund managers con 184,3 miliardi di Aum (asset under management), in aumento di 41 miliardi rispetto a un anno fa. Seguono nella classifica Brookfield Asset Management, Pgim, Hines e Th Real Estate. I primi dieci asset manager gestiscono da soli ben il 38,7% delle attività immobiliari mondiali, in un processo di concentrazione e crescita per takeover che porta a realtà sempre più grandi.

Non può dunque non saltare all'occhio la differenza dimensionale tra i grandi player mondiali e le realtà italiane, dove la prima asset management company è Dea Capital real estate Sgr, che detiene il 24% della quota di mercato con 40 fondi immobiliari e Aum per 9 miliardi di euro: grande in Italia, ma nemmeno comparabile ai leader a livello mondiale.

A livello geografico, i fondi non quotati Usa gestiscono 95,3 miliardi di asset, quelli europei 63 miliardi e quelli asiatici 45,9 miliardi. Da notare che, per la prima volta, compaiono anche gestori con base in Paesi africani che, pur contando per appena lo 0,7% delle attività immobiliari gestite mondiali, segnano un importante cambiamento nella mappa dei grandi gestori.

Che peso hanno i veicoli non quotati in ambito immobiliare? La ricerca evidenzia che hanno la parte largamente preponderante, con un peso globale pari all'83,3% del totale (gli altri veicoli sono le società immobiliari quotate in Borsa, le Siiq o veicoli equivalenti e i fondi quotati). All'interno dei veicoli non quotati, prevale la forma del fondo immobiliare. Ma quali sono i soggetti che affidano ai veicoli non quotati i capitali da investire e gestire? Al primo posto ci sono i fondi pensione e gli enti previdenziali, che pesano per il 51,3% in Asia, il 47,3% in America e il 43% in Europa; al secondo posto vengono i cosiddetti fondi sovrani, soprattutto nell'area asiatica e del Pacifico, con un peso del 15,6%, mentre in Europa, subito dopo i fondi pensione, i maggiori investitori sono le compagnie assicurative, con un peso del 31,2 per cento.

© Riproduzione riservata