Casa24

Trento, compravendite in ripresa. Prezzo medio a 280mila euro

  • Abbonati
  • Accedi
focus città

Trento, compravendite in ripresa. Prezzo medio a 280mila euro

(Marka)
(Marka)

Prosegue “a velocità di crociera” il mercato abitativo di Trento, confermando così il trend positivo avviato e consolidato nel corso dell'ultimo biennio. “Nei primi mesi del 2018 si è registrato un lieve aumento sul volume di compravendite – racconta Riccardo Oliari, agente Gabetti - in un quadro dove tutti gli altri principali indicatori sono rimasti sostanzialmente gli stessi”. Nel secondo semestre appena avviato “ci aspettiamo – prosegue Oliari - un ulteriore aumento per quanto riguarda le compravendite: anche la domanda aumenterà, mentre i prezzi e l'offerta rimarranno invariati”.

Le quotazioni di vendita sembrano, dunque, aver raggiunto il tanto sospirato punto di equilibrio, destinato a mantenersi almeno fino alla fine del 2018. Tirando le somme, dell'inizio della crisi immobiliare ad oggi i valori delle case in città hanno perso una media del 35-40% (con perdite più marcate sullo stock di immobili meno pregiati per posizione e qualità del costruito).

Le tipologie che piacciono di più sono i trilocali, tra i 70 -80 mq, per un budget di spesa dai 250-300mila euro e i quadrilocali tra gli 80-90 mq, soprattutto nelle zone più pregiate, per un budget dai 300 ai 400mila euro. Terrazzo, cantina, box o posto auto rimangono le caratteristiche in cima alla lista dei desiderata di chi cerca casa a Trento.

In base ai dati raccolti da Facile.it, il valore medio degli immobili venduti negli ultimi sei mesi è stato di 282.230 euro. Su questa cifra, l'importo medio di mutuo richiesto è stato di 176.026 euro, a fronte di un importo medio effettivamente erogato di 160mila euro. Si accorciano i tempi medi di vendita, oggi scesi a 7.6 mesi. Lo stesso sta accadendo sui margini di trattativa: dove l'indice di sconto è sceso al 15 per cento.

TRENTO ZONA PER ZONA
Andamento della domanda e dell'offerta immobiliare per quartiere e prezzi medi (in euro) al mq per tipologia di abitazione e tempi medi di durata delle trattative di compravendita (dall'incarico all'agente al compromesso) - GLI AFFITTI Canoni medi indicativi di locazione mensile nelle diverse zone della città per un bilocale (dai 60 ai 70 mq) e per un trilocale (dagli 80 ai 90 mq)

GLI INDICATORI DELLE TRATTATIVE
I tempi medi di vendita delle abitazioni e il differenziale di prezzo tra richiesta iniziale e corrispettivo finale negli anni

Le zone più ricercate sono il Centro Storico e quelle prossime al centro, in particolare Tribunale e Bolghera. Continua l'attenzione anche per la zona collinare, soprattutto Martignano, Cognola e Villazzano. Ritorna, invece, a crescere, dopo molti anni, l'interesse su Piedicastello, grazie ai lavori di recupero urbanistico-ambientale iniziati nell'area e la vicinanza al centro città. Un centro storico che resta invece polarizzato su una fascia di clientela “alta”, che cerca il pregio, con capacità di spesa fino ai 700mila euro e una fascia di prezzo molto più bassa, dove sono tornati attivi gli investitori in cerca di piccoli appartamenti vicino alle facoltà universitarie da affittare agli studenti. Il tutto su un segmento degli affitti che vede invece le locazioni tradizionali iniziare a soffrire la concorrenza legata al rilancio delle compravendite.

© Riproduzione riservata