Casa24

Ferragni, Fedez e gli altri: quando la casa vip rende «sexy»…

  • Abbonati
  • Accedi
il caso citylife

Ferragni, Fedez e gli altri: quando la casa vip rende «sexy» un quartiere

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Testimonial volontari e involontari che rendono famosa una zona o un edificio. È uno dei migliori strumenti di marketing per l'immobiliare. Ma attenzione allo scivolone. Emblematico infatti è il caso che riguarda la pubblicità arrivata al complesso di Citylife, a Milano, dalle immagini di Chiara Ferragni e Fedez nel loro mega appartamento. Immagini che circolano su giornali online e siti internet e fanno il giro del mondo più di una campagna pubblicitaria ad hoc. La polemica però è sempre dietro l’angolo. In questo caso riguarda il prezzo pagato dalla coppia per il superattico da oltre 400 metri quadri: è stato acquistato dalla coppia o stato regalato in cambio di pubblicità? Oppure è in affitto? Tutto ciò potrebbe anche rivelarsi un boomerang. Si vedrà.

Sempre a Citylife dovrebbe arrivare a breve anche il nuovo centrocampista dell'Inter Radja Nainggolan, sempre in un attico con piscine, interna ed esterna. Comunque sia, un volto famoso riesce quasi sempre a dare lustro a una zona intera, come è stato il caso di George Clooney sul lago di Como. Prima dell'arrivo di Clooney molti divi e personaggi famosi, industriali e politici avevano già casa sulle due sponde del lago, ma il divo di Hollywood ha avuto il merito di vivere i luoghi come un normale residente, dai bar di Laglio ai ristoranti di Cernobbio, sempre a cavallo della sua moto.

Le foto che hanno fatto il giro del mondo del divo, dei suoi ospiti, di Villa Oleandra - alla quale negli anni si sono aggiunte alcune ville limitrofe comprate per assicurarsi sempre maggiore privacy - hanno reso famosa una zona anche laddove non era conosciuta. Da allora siti internet e annunci immobiliari hanno iniziato a riportare addirittura la distanza della casa pubblicizzata dalla dimora di Clooney. In questi giorni, dicono gli abitanti del posto, la zona è inavvicinabile perché a Laglio sono in vacanza la moglie del divo, Amal, e i due piccoli gemelli.

Presto potrebbe essere Cristiano Ronaldo a dare lustro a una zona di Torino. Se il giocatore del Real Madrid passerà alla Juventus dalla prossima stagione cercherà casa nel capoluogo piemontese, anzi qualche voce informata dice che la ricerca sarebbe già iniziata. Forse proprio in collina dove ci sono ville di lusso, anche se lontane dallo standard di Ronaldo. Ma il calciatore potrebbe scegliere anche un pied-à-terre in città e un castello nel Monferrato dove alloggiare la famiglia.

Tornando a Milano, il Bosco Verticale, zona Porta Nuova, progetto dell'architetto Stefano Boeri, è stato passato ai raggi X per capire chi si è potuto permettere un appartamento in tale lussuoso contesto. Giocatori di squadre di calcio, il rapper brasiliano Lorenzo Carvalho, Gaia Trussardi e l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti. Il Bosco Verticale ha fatto storia nel mondo dell'architettura tanto da venire adesso replicato, da Parigi a Losanna ed Astana fino alla Cina. Oggi anche chi è disposto a spendere quei 15mila euro o più al metro quadrato (e mille al mese di spese condominiali) non potrà essere accontentato perché la società proprietaria ha deciso di gestire solo in affitto gli appartamenti appositamente invenduti.

«Sara Montiel, attrice e cantante spagnola famosa in patria (mancata nel 2013), a suo tempo presentò con un video la propria casa in vendita con Idealista - dice Vincenzo de Tommaso a capo dell'ufficio studi di Idealista -. In Italia la vendita della villa del calciatore Fabio Galante è stata gestita con l'aiuto del proprietario».

L'ultima moda nel marketing immobiliare è utilizzare i volti di gente comune che abita in un palazzo da commercializzare o in una zona da pubblicizzare per veicolare un messaggio di qualità della vita legato all'abitare.

© Riproduzione riservata