CENTOCINQUANT'ANNI D'ITALIA

Notizie Italia

Il lungo cammino dell'Unità d'Italia a fumetti parte da Lucca

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 febbraio 2011 alle ore 20:30.

Tra le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, quelle a fumetti stanno vivendo un momento importante da sabato 5 febbraio, al Museo del Fumetto di Lucca, dove si è inaugurata la mostra «150 anni dall'Unità d'Italia - Un lungo cammino». L'esposizione è una sorta di viaggio per illustrazioni, fumetti e animazioni attraverso le vicende italiane dal 1861 a oggi. La sede non poteva essere più appropriata, visto che Lucca, da quasi mezzo secolo, può essere considerata la capitale del fumetto italiano. Nella città toscana si svolge dal 1966 la fiera del fumetto più nota e visitata (nelle ultime edizioni sono state sempre superate le centomila presenze) e qui, nel 2008, è sorto il Museo del Fumetto e dell'Immagine, oggi sotto la responsabilità culturale di Angelo Nencetti.

La mostra – che sarà itinerante e dopo Lucca si sposterà a Milano, Mantova, Sassari, Napoli, Genova, Orvieto, Città di Castello e altre città ancora – proporrà ai visitatori una rassegna articolata di quanto è stato realizzato in Italia nel fumetto, nell’illustrazione e nel cinema d’animazione sul tema del Risorgimento e sugli eventi principali della storia nazionale.

Il cuore dell'esposizione è nelle 180 tavole di fumetto e nelle illustrazioni che compongono due volumi intitolati «150 – Storie d'Italia», editi da Periodici San Paolo e pubblicati recentemente dai settimanali Famiglia Cristiana e Il Giornalino e curati da Stefano Gorla e Angelo Nencetti. Gli autori che si sono cimentati in questa operazione editoriale sono tra i più noti nel mondo della narrazione per immagini. Su soggetti e sceneggiature di Francesco Artibani, hanno lavorato artisti come Carlo Ambrosini, Giorgio Cavazzano, Pasquale Frisenda, Corrado Mastantuono, Ivo Milazzo e Marco Nizzoli raccontando la storia d'Italia attraverso episodi tratti dalla vita di persone comuni e non dalle gesta di personaggi storici celebri. Sergio Toppi ha invece scritto e disegnato la storia di apertura del primo volume, intitolata «Un lungo cammino», divisa in quattro momenti che ci fanno percorrere il percorso unitario dall'invasione romana della Sardegna nel 236 a.C., passando attraverso il crollo dell'Impero Romano sotto i colpi dei

«barbari» invasori e le guerre che per tutto il Medioevo hanno insanguinato la penisola, fino ad arrivare al

1860, con la battaglia del fiume Volturno. Le altre tavole in mostra sono tratte dai soggetti di Artibani. In «Una giornata a Roma», Carlo Ambrosini ci riporta al

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Amici | Arte | Culturali. | Dino Battaglia | Edoardo Matania | Emanuele Pirella | Gamma Film | Giorgio Trevisan | Giuseppe Palumbo | Leo Cimpellin | Milano | Perugia | RAI | Roma | Sardegna | Stefano Gorla | Toscana |

 

1870 mostrandoci una Roma piena di meraviglie del passato e misteriosa come dovette apparire al bersagliere Alessandro Barbero varcando per la prima volta la breccia di Porta Pia. Tra le vestigia della città si cela anche un bambino che sarà capace di tutto per rubare il cappello piumato del bersagliere. Con le tavole di Ivo Milazzo tratte da «La cura» ci spostiamo in avanti fino alla Grande Guerra e alla battaglia di Vittorio Veneto. L'episodio è dedicato a un tenente medico costretto a scegliere tra il dovere e l’affetto per la sorella affetta dall’epidemia di febbre spagnola, prendendo la sua decisione più difficile. Sempre di Milazzo ma in collaborazione con  Pasquale Frisenda sono i disegni che illustrano l'episodio «Il postino», con cui arriviamo alla fine della Seconda guerra mondiale. La storia infatti è ambientata a Firenze, nel 1944. Nella città devastata dalla guerra, un uomo senza memoria deve consegnare una lettera misteriosa, con due partigiani attraverso che lo accompagnano attraverso un percorso pieno di insidie. Marco Nizzoli e Giorgio Cavazzano hanno invece disegnato «Arrivi e partenze», le cui tavole affrontano il tema unitario ai giorni nostri e fanno attraverso due viaggi: quello di chi affronta il mare per raggiungere l’Italia e quello di un funzionario di polizia in attesa dell’arrivo dei clandestini. Sono dello stesso Cavazzano, affiancato da Corrado Mastantuono, i disegni di «Una gita scolastica»: una scolaresca in visita a Roma che tra i viali del Gianicolo si imbatte in un carrozzone di saltimbanchi che sta mettendo in scena uno spettacolo sull’Unità d'Italia e due teppisti decisi a impedire la rappresentazione. Da quel momento la gita diventerà particolarmente movimentata.

A completare l'esposizione le illustrazioni di Renzo Calegari e SergioTisselli.

Tra le opere in mostra a Lucca, anche le tavole dell’inedita «Otto regine – Storia e storie del risorgimento Umbro» scritta da Francesco Artibani disegnata da Giuseppe  Palumbo per la Provincia di Perugia e l’associazione Amici del fumetto di Città di Castello e le 48 tavole di «1848», una storia realizzata negli anni Settanta da Tullio Pericoli ed Emanuele Pirella per il mensile Linus.

Per dare uno sguardo anche all'opera grafica meno recente, il percorso espositivo presenta 103 tavole della storia «Garibaldi ed i suoi tempi» delle edizioni Treves realizzate da Edoardo Matania, pittore e incisore a cavallo tra il XIX e il XX secolo, coautore con  le  110 tavole della «Storia del risorgimento italiano» delle edizioni Treves realizzate da Edoardo e dal figlio Fortunino Matania, artista che in Gran Bretagna, dove si trasferì, conobbe una notevole fama specialmente per le sue illustrazioni sulla Grande guerra realizzate per il magazine The Sphere.

Gli appassionati di collezionismo, ma anche i bambini di ieri e di oggi, non potranno perdere l'esposizione delle serie complete dei soldatini del Risorgimento e degli eserciti italiani realizzate per il Corrierino dei Piccoli da collaboratori storici come Dino Battaglia, Sergio Toppi, Giorgio Trevisan, Leo Cimpellin e Francesconi. Inoltre uno spazio è dedicato all'animazione. In occasione della mostra è stato infatti restaurato il mediometraggio animato del 1961 «La lunga calza verde»,realizzato per la Rai dalla Gamma Film di Milano in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dall’Unità d’Italia.

Da segnalare, infine, il concorso «Un’immagine una storia - Disegna i 150 anni dell’Unità d’Italia», rivolto alle scuole e lanciato in questi giorni dal Museo del Fumetto di Lucca. Il concorso è realizzato insieme a Comune di Lucca, Provincia di Lucca e Regione Toscana e patrocinato dal Comitato nazionale per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia e dai ministeri dell’Istruzione e dei Beni e Attività Culturali.

150 anni dall'Unità d'Italia - Un lungo cammino

dal 5 febbraio al 30 aprile 2011

Museo del Fumetto e dell'Immagine

Piazza San Romano 4, Lucca

Ingresso: 4 euro

Orari: h. 10 – 18, dal martedì alla domenica. Chiuso il lunedì.

www.museoitalianodelfumetto.it

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da