Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 marzo 2011 alle ore 08:20.

My24

Quell'altra volta che l'America ha incrociato le spade con la Libia risale a duecentodieci anni fa. In quell'occasione, proprio sulle coste di Tripoli, gli Stati Uniti sono diventati una potenza militare transatlantica. La primissima spedizione statunitense oltreoceano, infatti, è avvenuta nel 1801 sotto la presidenza di Thomas Jefferson (nella foto sotto).
Victory in Tripoli. How America's war with the Barbary pirates establishe the U.S. Navy and shaped a Nation (Wiley) è il saggio di Joshua E. London che racconta l'epopea politica e militare che ha convinto il Jefferson a inviare i marines a Tripoli, dove per la prima volta è stata piantata la bandiera a stelle e strisce su un territorio straniero. Erano gli anni delle guerre barbariche contro i pirati d'Algeria, della Libia e della Tunisia. L'America avrebbe voluto fermare gli Stati schiavisti e musulmani che tiranneggiavano nello stretto di Gibilterra, ma gli arabi invocavano un diritto sancito nel Corano per giustificare la gestione del traffico di oltre un milione e mezzo di schiavi. Fino all'Indipendenza americana del 1776 c'erano stati pochi problemi, perché le navi commerciali battenti bandiera statunitense erano protette dai trattati siglati tra l'Inghilterra e i leader dei paesi islamici. Una volta che gli Stati Uniti hanno dichiarato l'indipendenza dalla madre patria britannica, le navi americane sono diventate preda facile per i pirati.
Dopo una serie di episodi politici e diplomatici che sembra avere ispirato i conflitti odierni, Jefferson decise di non accettare ulteriori compromessi con gli Stati barbarici, anche perché non sarebbero stati possibili. Il terzo presidente americano aveva cercato un accordo, offrendo soldi e armi in cambio del rilascio di ostaggi americani catturati dai pirati. Ma la situazione non è mutata. Per risolvere la crisi, Jefferson è stato costretto a esportare sulla punta della baionetta il libero commercio nel Mediterraneo. L'invasione della Libia del 1801 è talmente emblematica delle aspirazioni della giovane repubblica americana da essere ricordata nell'inno dei marines fin dal primo verso per celebrare la battaglia militare per la libertà iniziata sulle coste di Tripoli: «From the halls of Montezuma, to the shores of Tripoli / We fight our country's battles in the air, on land and sea». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi