Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 08 novembre 2011 alle ore 20:02.

My24

Una mostra "miracolosa" dedicata al "piú grande artista di tutti i tempi", secondo il direttore Luke Syson. L'evento artistico dell'anno, secondo la National Gallery di Londra. Questa volta i superlativi sono meritati e la realtà non delude le attese. La mostra londinese dedicata a Leonardo da Vinci è straordinaria perché riunisce sette dipinti, metá del totale attribuiti all'artista.

Per la prima volta nella storia, le due versioni del quadro ‘La Vergine delle Rocce' sono una di fronte all'altra, nella stessa sala, e possono essere ammirate e paragonate. Il Louvre non aveva mai permesso prima che il suo quadro, la prima delle due versioni dipinta da Leonardo tra il 1483 e il 1485, lasciasse Parigi. La successiva e piú spirituale versione della National Gallery, è stata da poco restaurata e rivela ora colori lividi in una luce sovrannaturale. Per la prima volta inoltre sono riuniti nella stessa stanza due dei ritratti femminili piú celebri e osannati di Leonardo, ‘La Dama con l'ermellino' del Museo nazionale di Cracovia e ‘La Belle Ferrronière' del Louvre – che secondo alcuni storici dell'arte ritraggono rispettivamente la giovane amante e la moglie del duca Ludovico il Moro. Per la prima volta si puó ammirare nel suo giusto contesto ‘Salvator Mundi', il quadro da poco "riscoperto" dopo un restauro e attribuito a Leonardo. Un Cristo che irradia spiritualità con in mano una sfera di cristallo di rocca, materiale all'epoca considerato miracoloso, che rappresenta l'universo.

Oltre a queste opere straordinarie sono in mostra piú di sessanta disegni e schizzi, in gran parte dalla collezione reale britannica, e numerosi quadri di seguaci di Leonardo per confrontare e contestualizzare la sua opera, e per mettere in luce la grande influenza che il suo genio ebbe sul mondo artistico e culturale dell'epoca. La mostra si concentra sugli anni passati da Leonardo a Milano, prima dal 1482 alla corte di Ludovico Sforza e poi dopo l'invasione francese tra il 1506 e il 1513. Durante il ducato di Ludovico, che voleva fare di Milano una nuova Atene, rifugio di tutti gli uomini di talento, Leonardo ebbe una completa libertà artistica e trovó l'ambiente giusto per sviluppare le sue ricerche e realizzare la sua visione della pittura perfetta. Leonardo fu artista, scienziato, inventore, esperto di anatomia e di fisica, musico e scenografo. La mostra di Londra peró, sottolinea Syson, ha l'obiettivo di focalizzare l'attenzione su Leonardo pittore.

Leonardo da Vinci: pittore alla Corte di Milano, National Gallery, Londra, 9 novembre 2011 – 5 febbraio 2012, www.nationalgallery.org.uk
Mostra sponsorizzata da Credit Suisse

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi