Domenica

Roma, «Ritratti di poesia» verso la decima edizione

kermesse

Roma, «Ritratti di poesia» verso la decima edizione

«Ritratti di poesia», rassegna di poesia contemporanea al Tempio di Adriano a Roma, da nove anni raccoglie grandi numeri e molta qualità: nove edizioni a cui hanno partecipato in totale centosessantadue poeti, centoventisei italiani e trentasei stranieri, diciannove case editrici e diciassette riviste di poesia, nonché curatori, traduttori, artisti e ogni anno un allestimento scenografico diverso affidato a un artista. Da sei anni, inoltre, “Ritratti” assegna un premio alla carriera a un poeta italiano - lo hanno ricevuto Zanzotto, Spaziani, Bacchini, Bemporad, Neri - e da due anni è stato istituito un premio internazionale. I numeri dell'affluenza sottolineano la forza della manifestazione: le presenze in totale sono state sedicimilacinquecento, tremilatrecento quelle di questa edizione, dato indicativo di un'attenzione e di una passione verso la poesia che difficilmente in Italia si riesce a riscontrare. Nata e cresciuta grazie all'ideazione del suo curatore, Vincenzo Mascolo, e all'impegno della Fondazione Roma ente promotore dell'iniziativa, ha continuato a evolversi incontrando sempre nuovi appassionati, incrociando storie e destini della poesia, dando voce a poeti, editori, curatori, artisti attraverso incontri, confronti, letture, idee, versi, voci, immagini, persone.

È da sottolineare la cura e la passione che gli organizzatori della manifestazione dedicano alle scuole, attraverso attività che coinvolgono studenti e insegnanti prima negli istituti e poi durante “Ritratti di poesia”: sono iniziative importanti per avviare una educazione alla poetica e favorire un approccio alla poesia contemporanea che spesso non trova spazio nella scuola.

La novità di questa edizione - che si è conclusa giovedì a Roma - a riprova che la manifestazione evolve e si rinnova nelle proposte, è stata un assaggio di street art e un Poetry Slam, competizione di poesia orale e performativa.

Quest'anno abbiamo assistito alla consueta e affascinante carrellata di autori che si sono succeduti al microfono nelle diverse sezioni previste dal programma, autori da tutta Italia e autori stranieri, tra gli altri Umberto Fiori, Giancarlo Pontiggia, Franco Marcoaldi, Durs Grübein, Robert Polito. Il premio alla carriera è stato assegnato a Elio Pecora e il premio internazionale al poeta spagnolo Jacobo Cortines.

Anche per questa edizione «Ritratti di Pesia» si è caratterizzata come osservatorio sulla poesia contemporanea, donandone allo spettatore una mappatura attraverso le letture e le parole degli autori stessi.

© Riproduzione riservata