Domenica

Grazie Giro

non è mai troppo tardi

Grazie Giro

  • –di

Da domenica 8 maggio, per tre settimane -la durata del Giro d’Italia - è in onda tutti i giorni su Rai 3 alle 20.10 e in replica su Rai Storia, Rai Sport 1 e Rai Scuola, Viaggio nell’Italia del Giro, il programma di Edoardo Camurri dedicato alle storie invisibili -e incantevoli e incredibili e intonabili- del nostro Belpaese.

Un viaggio nel viaggio, un canto appassionato alla scoperta di paesaggi geografici e antropologici, con tanto di prodotti tipici regionali: non caciotte e lambruschi, ma geometri e scrittori che raccontano gli aneddoti più succosi per ogni provincia, da Catanzaro a Torino.

Eccoci quindi a Ruta di Camogli, per visitare la pensione dove Nietzsche compose lo Zarathustra, che oggi è divenuta una casa popolare con annessa garbata vecchina che dichiara di essere troppo anziana per ricordarsi i dettagli ma che sì, le risulta che in quelle stanze sia passato qualcuno di importante; ecco il ricordo di Sigmund Freud in costume da bagno indispettito coi giovanotti locali che strappano le chele ai granchi; ecco Fortunato Vanfretta, il primo italiano rapito dagli alieni (uguali uguali a quelli del suo fumetto preferito), ed ecco l’incontro ravvicinato con l’arma fabbricata a Terni, acquistata per dodici dollari, usata per sparare a nientemeno che J.F. Kennedy.

E poi ancora: Celestino V, Gheddafi, Marconi, ma anche la musica punk degli anni settanta e la pulizia dell’aura.

Affondi topografici, liturgie laiche, testimonianze incarnate, cucite insieme con leggerezza, molteplicità ed esattezza dal rapsodo Camurri che ogni tanto si concede un gioco, “il tentativo di esaurimento”: non un’istigazione al crollo nervoso, bensì un elenco accurato di stranezze (i paesi di Italia dai nomi più bizzarri; le parole nella Divina Commedia che rimano con “vapore”; i testi di Mogol che contengono la sigla di Rieti) con cui raccontare ancora una volta l’italianità.

Quanti sinonimi vi vengono in mente di “grazie”? Usiamoli tutti per questa piccola, preziosa, perla della televisione pubblica.

© Riproduzione riservata