Domenica

Al “Premio Positano Léonide Massine” le stelle del balletto

Danza

Al “Premio Positano Léonide Massine” le stelle del balletto

Erano molti i nomi di punta della danza internazionale che hanno animato, il 10 settembre, il palcoscenico della spiaggia di Positano per la 44esima edizione dei premi “Positano Premia la Danza Léonide Massine”. Fra tutti Vladimir Vassiliev.

A lui, leggenda vivente del balletto russo, grande interprete del balletto del Novecento, l'omaggio alla carriera consegnatogli a conclusione del tradizionale spettacolo di Gala. Il prestigioso Premio della località amalfitana viene attribuito ad alcuni nomi della danza internazionale scelti da una giuria di critici. Talenti emergenti, altri già affermati, altri consacrati da una lunga attività. Nelle sue quarantaquattro edizioni ha visto insigniti personalità come Margot Fonteyn, Nureyev, Bejart, Fracci, Terabust, Alonso, Savignano, Ferri, Förster, e molti altri. Ad arricchire, con questa edizione, la lista degli artisti illustri, sono stati: la canadese Marie Chouinard, neo direttrice della Biennale Danza di Venezia, eletta “coreografa dell'anno”; la francese Aurélie Dupont recentemente nominata direttrice del balletto dell'Opéra di Parigi, “Premio speciale per il percorso artistico eccezionale nel 2016”; Alicia Amatriain, del Balletto di Stoccarda, “Prix Benois de la Danse al Teatro Bolshoi di Mosca”, che sancisce anche il legame ideale tra le due manifestazioni; lo spagnolo Víctor Ullate, con il ‘Premio Luca Vespoli' in riconoscimento dell'importanza della scuola madrilena da lui diretta; Eric Vu-An, il franco-vietnamita formatosi all'Opéra di Parigi e collaboratore, negli anni '80, di Maurice Béjart, premiato per la ripresa di un repertorio coreografico raro, quello del primo ‘900 francese. Inoltre il “Premio Musica per la Danza”, è andato a Richard Bonynge, tra i maggiori direttori d'opera e balletto degli ultimi 50 anni. E infine, a Hélène Trailine, decana della danza europea, iniziata nel 1946 con la compagnia Nouveaux Ballets de Monte-Carlo, il Premio “Massine Legacy”, dedicato agli artisti impegnati nella salvaguardia dell'opera del grande coreografo russo Leonide Massine.

Tra le novità di rilievo di questa edizione 2016, il battesimo di una “rete di sistema” tra i maggiori riconoscimenti internazionali dedicati al balletto: il Prix Benois di Mosca, il Prix Ballet2000 di Cannes, il Premio Equilibrio di Roma e l'International Ballet Festival di Miami. Tutti riuniti, a Positano, per celebrare ancora una volta, tra memoria e innovazione, l'arte di Tersicore.

© Riproduzione riservata