Domenica

Settimana live con Sting e il teen idol Ed Sheeran

musica dal vivo

Settimana live con Sting e il teen idol Ed Sheeran

Un pezzo imprescindibile della storia del rock degli ultimi 40 anni accanto al teen idol contemporaneo per eccellenza. Da un lato Sting, dall'altro Ed Sheeran: si gioca tutta su questo binomio una settimana della musica dal vivo particolarmente ricca di appuntamenti di rilievo internazionale.

Partiamo dall'ex leader dei Police reduce dalla pubblicazione, a novembre dell'anno scorso, di «57th & 9th», la sua 12esima fatica discografica da solista che rappresenta in un certo senso un ritorno al sound delle origini, perfettamente percepibile nel singolo «I can't stop thinking about you».

Il tour internazionale di Sting toccherà l'Italia giovedì 23 marzo con un'esibizione al Fabrique di Milano, prima di tornarvi l'estate prossima con le date di Cividale del Friuli (25 luglio) e Mantova (28 luglio). Secondo concerto consecutivo, venerdì 17 marzo al Pala Alpitour di Torino, per Ed Sheeran, 26enne di Halifax con tre album all'attivo e già una sfilza di record a illustrarne il curriculum. Ha da poco pubblicato «÷» (si pronuncia «Divide»), suo terzo lavoro prodotto da Warner Music e anticipato dai singoli «Shape of you» e «Castle on the hill».

L'accoglienza, da parte di un pubblico costituito soprattutto da teenager, è stata senza precedenti: in poco più di un mese i singoli hanno ottenuto su Spotify oltre un miliardo di stream complessivamente e «Shape of you», avendo recentemente sorpassato quota 54 milioni di ascolti settimanali, detiene il record per il maggior numero di stream su Spotify in una settimana dalla sua pubblicazione (superando Drake), il record di miglior prima settimana in termini di stream (detenuto precedentemente da «Hello» di Adele) e il record di maggior numero di stream nel giorno della pubblicazione (che prima era di «Drag Me Down» degli One Direction). Per gli amanti di indie rock doppio appuntamento, il 17 marzo alla Latteria Molloy di Brescia e il 18 allo Spazio 211 di Torino, con la cantautrice americana Joan as a Police Woman, stavolta impegnata nel progetto in coabitazione con il connazionale polistrumentista Benjamin Lazar Davis che ha portato l'anno scorso alla pubblicazione dell'album «Let it be you». Più o meno in coincidenza con la festività di San Patrizio, patrono d'Irlanda, su e giù per lo Stivale ribolle un bel po' di musica celtica. Sabato 18 marzo a chiudere la 22esima edizione del Vo' on

the Folks, alla Sala della Comunità di Brendola (Vicenza) saranno le Friel Sisters, tre sorelle irlandesi nate a Glasgow (Scozia) con le radici ben salde nella tradizione musicale della propria famiglia, originaria del Donegal Gaeltacht (Derrynamansher). Icona della musica celtica è anche la cantautrice canadese Loreena McKennitt che il 28 marzo sarà di scena al Teatro della Luna di Assago. Per gli appassionati di blues rock da segnalare il live act della Tedeschi Trucks Band, il 19 marzo all'Alcatraz di Milano. In ultimo il cartellone del jazz che ha, innanzitutto, due protagonisti: John Scofiel e Regina Carter.

Il virtuoso della chitarra, con il progetto «Country for Old Men», sarà protagonista al Teatro Golden di Palermo (17 marzo), al Blue Note di Milano (doppio show il 18 marzo) e al Novelli di Rimini (20 marzo). La violinista di Detroit, invece, salirà sul palco al Diego Fabbri di Forlì (22 marzo), al Collegio Alberoni di Piacenza (23 marzo), al Donizetti di Bergamo (24 marzo), al Ferrara Jazz (25 marzo), al Modo di Salerno (27 marzo), al Dadà di Castelfranco Emilia (28 marzo) e al Politeama di Manerbio (29 marzo).

© Riproduzione riservata