Domenica

Il lato «Human» di Rag'n'Bone Man alla conquista…

musica dal vivo

Il lato «Human» di Rag'n'Bone Man alla conquista dell'Italia

Gli artisti internazionali in circolazione sono tanti, ma si può dire in tutta tranquillità che la settimana della musica dal vivo ha innanzitutto un protagonista: Rory Graham, meglio noto con lo pseudonimo di Rag'n'Bone Man.

Il «ragazzone» dell'East Sussex, tra le uscite recenti più interessanti della scena r'n'b inglese, sembra muoversi da predestinato, senza sbagliare un colpo: prima il successo planetario del singolo «Human», qui da noi tre volte platino, poi l'esplosione dell'album intitolato come il brano che l'ha reso celebre, subito in testa alle charts britanniche con 117mila copie vendute, adesso un tour che, in quanto a risposta del pubblico, rende perfetta testimonianza al suo appeal crescente. Giovedì 30 marzo avrebbe dovuto esibirsi ai Magazzini Generali di Milano ma, causa grande domanda di biglietti, è stato spostato al Fabrique.

Altro appuntamento attesissimo è quello con i Tokio Hotel, band tedesca che ha venduto più di 7 milioni di album e a inizio marzo è tornata con «Dream Machine», quinto lavoro in studio che muove deciso nella direzione dell'elettronica. Due date in Italia per loro, il 28 marzo al Fabrique di Milano e il 29 all'Atlantico di Roma. Se poi amate le declinazioni pop della musica classica, la settimana dei concerti vi riserverà più di una sorpresa. Il 30 marzo, per esempio, al Forum di Assago si esibiscono i 2Cellos, le due «rockstar» slave del violoncello Luka Sulic e Stjepan Hauser alle prese con un World Tour che li vede accanto a un'orchestra sinfonica per interpretare celebri colonne sonore di film e serie Tv, dall'Ennio Morricone di «Nuovo Cinema Paradiso» al Rami Djawadi de «Il Trono di Spade».

Rockstar del violino è il tedesco-americano David Garrett, esplosivo – o meglio: «Explosive», come il suo ultimo album – e prossimo a esibirsi al Teatro Fraschini di Pavia (24 marzo) e al Gran Teatro Geox di Padova (26 marzo). Conclude il suo tour italiano all'Alcatraz di Milano (29 marzo), dopo essere già stata a Roma, Padova e Firenze, Macy Gray, signora del soul reduce dalla pubblicazione dell'album «Stripped». Per gli amanti del progressive una vera e propria sicurezza è Steve Hackett, grande virtuoso della chitarra che della stagione dei virtuosismi rock fu grande protagonista nelle file dei Genesis.

Con il progetto «Genesis Revisited with Hackett Classics» sarà al Teatro Colosseo di Torino (29 marzo), alla Galleria di Legnano (30 marzo), all'Astra di Schio (31 marzo) e all'Auditorium Conciliazione di Roma (1 aprile). Arrivano a queste latitudini pure i Soulwax, progetto belga tra il rock elettronico e l'alternative dance creato da David e Stephen Dewaele: saranno il 29 marzo ai Magazzini Generali di Milano. In ultimo il cartellone jazz, nel quale abbondano appuntamenti di notevole interesse per gli appassionati. Il progetto che vede fianco a fianco il chitarrista Lee Ritenour e il pianista Dave Grusin farà tappa al Blue Note di Milano (due doppi live, il 24 e il 25 marzo) e al Forum Music Village di Roma (26 e 27 marzo). Il mago delle tastiere brasiliano Eumir Deodato si esibirà con gli Euro Groove Departement il 28 marzo sempre al Blue Note. Stessa location, il 30 marzo, per l'esibizione del Benny Golson Quartet con la partecipazione di Antonio Faraò al piano.

© Riproduzione riservata