Domenica

LP e Dave Matthews, quando il rock dà il meglio sul palco

musica live

LP e Dave Matthews, quando il rock dà il meglio sul palco

Se siete iscritti al partito di quanti sostengono che il rock dal vivo si esprime al suo massimo, la settimana dei concerti non farà che rafforzare le vostre convinzioni, grazie alle performance da un capo all'altro della penisola di artisti che proprio sul palco danno il meglio di sé.

Tra le nuove leve si segnala LP, acronimo di Laura Pergolizzi, 35 anni, napoletana di New York City che grazie all'inconfondibile timbro graffiante a alla notevole dimestichezza con la scrittura si è subito imposta all'attenzione dei fan del rock dei Seventies. Quattro album all'attivo, ultimo dei quali «Lost on you», spinto dall'omonimo singolo, qui da noi molto popolare anche grazie a uno spot televisivo.
Tre date per lei, al Vox Club di Nonantola (1 aprile), al Gran Teatro Geox di Padova (2 aprile) e all'Alcatraz di Milano (3 aprile), quest'ultima già sold out. Ci si rivedrà l'estate prossima con altre sei esibizioni.

A dir poco esplosivo sul palco è Dave Matthews, front leader dell'omonima band che nello scorso decennio si è imposta come il gruppo che ha venduto il maggior numero di biglietti per i propri live act. Dopo il successo dell'ultimo tour europeo, Matthews torna da queste parti con il chitarrista Tim Reynolds per un nuovo progetto che punta a «spogliare» in versione acustica i successi del gruppo.
Saranno al Teatro Colosseo di Torino (4 aprile), al Gran Teatro Geox di Padova (6 aprile) e agli Arcimboldi di Milano (7 aprile), quest'ultima data già finita soldout. Se amate il punk, attenti agli inglesi Counterfeit, di scena all'Alcatraz di Milano (5 aprile), all'Orion di Ciampino (6 aprile), allo Zona Roveri di Bologna (7 aprile) e al New Age di Roncade (8 aprile).

Data unica, l'1 aprile ai Magazzini Generali di Milano, per il rapper inglese Tinie Tempah, reduce dalla pubblicazione dell'album «Youth». Se poi siete appassionati di musica elettronica, c'è più di un appuntamento che vi suonerà gradito.

Occhio innanzitutto a The Notwist, band tedesca di post rock che si esibirà ai Magazzini Generali di Milano (5 aprile), al Monk di Roma (6 aprile), al Teatro Rossini di Pesaro (7 aprile), al Locomotiv di Bologna (8 aprile) e all'Hiroshima Mon Amour di Torino (9 aprile).

Cold Cave, alfiere del synth pop il 31 marzo sarà al Mame di Padova, l'1 aprile al Bronson di Ravenna, il 2 al Terzo Tempo Village di San Mango Piemonte, il 4 al Quirinetta di Roma e il 5 al Circolo Magnolia di Segrate.

Si viaggia in territorio alternative folk con Micah P. Hinsons che, per festeggiare i dieci anni dell'album «And the Opera Cicuit», sarà al Bronson di Ravenna (31 marzo), alla Casa delle Arti di Conversano (1 aprile), al Monk di Roma (2 aprile), alla Latteria Molloy di Brescia (3 aprile), al Locomotiv di Bologna (4 aprile), al Fab di Prato (5 aprile) e all'Astoria di Torino (6 aprile).

Appuntamento di culto con gli Scott Bradlee's Postmodern Jukebox, collettivo di musicisti esploso grazie al web che ha particolarmente apprezzato la loro capacità di riarrangiare le hit del momento come se fossero brani provenienti da epoche precedenti. Due concerti, per loro, all'Auditorium di Roma (4 aprile) e al Teatro della Luna di Assago (5 aprile).

E poi un bel po' di jazz. La Sun Ra Arkestra che porta in giro per il mondo il verbo di uno degli interpreti più eccentrici che la storia del genere ricordi si esibirà il 3 aprile alla Sala Paradiso di San Lazzaro di Savena.

Steve Coleman, con il progetto Reflex, farà scalo al Teatro Masaccio di San Giovanni Valdarno (31 marzo) e al Jazz Club di Ferrara (1 aprile). Il virtuoso del contrabbasso Avishai Cohen si esibirà alla Casa della Musica di Parma il 5 aprile.

Chiude il quadro il duo tutto acrobazie tecniche chitarra e voce Tuck & Patti, in scaletta venerdì 31 marzo al Blue Note di Milano.

© Riproduzione riservata