Domenica

Stravaganze multimediali nel Poe firmato Elfo

teatro

Stravaganze multimediali nel Poe firmato Elfo

Autore fra i più visionari, Edgar Allan Poe è considerato all'origine della letteratura horror e noir moderna; le sue opere hanno dato origine a film di lungo e corto metraggio annoverati a centinaia. Eppure la straordinarietà della sua produzione è dovuta essenzialmente alla forza della parola e all'innovazione linguistica, al punto che alcune sue sperimentazioni risultano pressoché intraducibili.
Gli autentici estimatori di Poe infatti traggono il massimo piacere proprio dall'immersione nei suoi testi, capaci di restituire cupe immagini e deliri, così come in grado di proporre il vissuto di sentimenti di amore appassionato.

Visioni, deliri si alternano a enigmi e manie patologiche. Un viaggio nella mente che prefigura con largo anticipo quello che Freud e Jung iniziarono a indagare decenni dopo.

Lo spettacolo in omaggio allo scrittore americano realizzato dalla coppia Bruni-Frongia con l'apporto fondamentale della musiche di Teho Teardo riassume queste diverse componenti, in una efficace composizione multimediale, che pure conserva tutta la matericità del teatro.

Ferdinando Bruni ricorre a tutti i toni di cui è capace per raccontare e vivere in scena le emozioni suggerite da Poe. A sostenere il ritmo della recitazione intervengono le musiche composte da Teardo, in un mix di armonie, disarmonie ed effetti, che a tratti fanno sobbalzare lo spettatore sulla sedia oppure si trasformano in song recitati, per i quali Bruni ricorre alle cavernosità più mature della sua voce.

Le proiezioni curate principalmente da Francesco Frongia costituiscono la parte più innovativa e transmediale dello spettacolo. Avvalendosi di una gabbia di morbido tulle che avvolge l'interprete e la scenografia, il mondo di Poe sembra prendere forma; luoghi onirici e fantasmi, creature innominabili e immagini astratte si alternano per tutti i 55 minuti della performance, trascinando lo spettatore in un vortice visuale e sonoro.
Pubblico coinvolto ed entusiasta.


Una serie di stravaganti vicende - Un omaggio a Edgar Allan Poe
con Ferdinando Bruni
scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, musiche originali di Teho Teardo. Produzione Teatro dell'Elfo
Milano, Teatro Elfo Puccini
Fino al 21 maggio 2017

© Riproduzione riservata