Domenica

Rolling Stones a Lucca: tutto quello che devi sapere sul concerto da 26…

musica dal vivo

Rolling Stones a Lucca: tutto quello che devi sapere sul concerto da 26 milioni

«Got live if you want it!» Ci abbiamo il concerto, se lo volete! Esattamente come recitava il titolo del loro primo album dal vivo, datato 1966. Stiamo parlando dei Rolling Stones, ma il concerto in questione, stavolta, è quello che sabato 23 settembre terranno alle Mura Storiche di Lucca, evento clou della 20esima edizione del «Lucca Summer Festival» di D’Alessandro & Galli.
Unica data italiana del «No Filter Tour» che sta portando Mick, Keith e compagnia in giro per l’Europa, vero e proprio detonatore per l’economia del territorio con un sold out da 56mila spettatori, incassi superiori ai 6 milioni e indotto di altri 20 milioni. Ecco una guida minima a quello che vedremo, con qualche riferimento a come lo vedremo.

La scaletta
Il «No Filter Tour» propone una setlist diversa rispetto ai precedenti tour degli Stones. Si apre con la tripletta Sympathy for the Devil, It’s only rock and roll (But I like it), Tumbling Dice, poi dovrebbe spuntare qualche estratto dall’ultimo album Blue and Lonesome con gli standard blues Hate to see you go e Ride ’em Down mai eseguiti dal vivo prima di questo tour, almeno da quando Jagger e soci sono diventati la più grande rock and roll band del pianeta.

Occhio ai ripescaggi arditi: ad Amburgo si è vista Play with fire, a Monaco Dancing with Mr. D, a Knittelfeld la psichedelica She’s a Rainbow, a Zurigo addirittura la cover dylaniana Like a rolling stone che trainava il loro bestseller acustico anni Novanta Stripped. Praticamente blindato il finale: altri tre superclassici come Start me up, Brown Sugar e (I cant’t get no) Satisfaction, poi per bis Gimme Shelter e Jumpin’ Jack Flash. E scusate se è poco.

Soggiorno fiorentino
Intanto, i «ragazzi» sono in giro. I Glimmer Twins sono atterrati giovedì pomeriggio a Pisa poco prima delle 17 con il loro aereo privato, un charter bianco con la scritta Rolling Stones e il logo ufficiale della band (la linguaccia) impressi sulla fusoliera bianca. Scortato da un corteo di auto con i vetri oscurati hanno lasciato lo scalo pisano dall’ingresso riservato al traffico cargo dirigendosi verso l’autostrada. La band alloggia in un albergo del centro storico di Firenze, dove i bagagli, compresi alcuni strumenti musicali, sono stati portati a bordo di due furgoni e prelevati dagli addetti dell’hotel.

Curiosa location di permanenza, se consideriamo che il capoluogo toscano proprio in questi giorni è interessato dalla visita di un altro cittadino inglese piuttosto influnete: la premier Theresa May.

Attese 60mila persone
Con 13 treni speciali, 40 pullman e oltre 10mila auto il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Lucca prevede che sabato, in occasione dello storico concerto, arriveranno oltre 60mila persone. Tutte concentrate in poche ore. La maggior parte in arrivo dalle principali direttrici. A fronte di una disponibilità di 56mila posti (55mila sul prato e gli altri mille sulle tribune e nei box sulle mura) sono state poco meno di 235mila le richieste di tagliandi certificate dall’organizzazione.

Imponente - di conseguenza - anche il servizio d’ordine garantito da polizia, carabinieri, guardia di finanza e il supporto della polizia municipale: «C’è un piano sicurezza passiva che prevede sia dispositivi fissi come le barriere new jersey in cemento a tutela delle code degli spettatori», ha spiegato il questore di Lucca Vito Montaruli. «Saranno inoltre operative squadre specialistiche sia della polizia che dei carabinieri. Tutto il dispositivo comunque, oltre ad avere le giuste valenze di sicurezza, servirà a garantire il filtraggio e l’afflusso e il deflusso di decine di migliaia di persone in una zona urbana e densamente abitata. A questo si aggiunga poi il lavoro di bonifica di tutti gli spazi che coinvolgerà squadre specializzate in arrivo anche da La Spezia».

Stop ai mezzi commerciali
Nel giorno del concerto le scuole resteranno chiuse e il capoluogo sarà off limits per tutti i mezzi commerciali con circolazione vietata su viale Europa e viale Carducci (le direttici che collegano la zona autostrada Firenze-Mare alla città) . Dal canto suo l’amministrazione comunale in collaborazione con la Asdl ha messo in piedi un imponente servizio di parcheggi, non dimenticando le necessità legate alle possibili emergenze. Oltre a sei punti medici avanzati è stata infatti approntata anche una piazzola di atterraggio notturno dell’elisoccorso. Decuplicata anche la copertura della rete Tim.

© Riproduzione riservata