Domenica

Il Goncourt 2017 va a «L’ordre du jour» di Eric Vuillard

letteratura

Il Goncourt 2017 va a «L’ordre du jour» di Eric Vuillard

Eric Vuillard (Reuters)
Eric Vuillard (Reuters)

Il premio Goncourt è stato assegnato questa mattina a Eric Vuillard autore di L'ordre du jour (pubblicato dall'editore Actes Sud). Più che un romanzo, come sempre accade per questo scrittore, si tratta di un récit, un racconto, tragico e grottesco, dell'Anschluss, l'invasione dell'Austria da parte della Germania nazista nel 1938 (sarà pubblicato dall'editore e/o tra circa un anno).

Un racconto che tuttavia, a differenza di Le Royaume, di Emmanuel Carrère, escluso nel 2014, è stato considerato equiparabile a un romanzo. Gli altri romanzi in finale erano Tiens ferme ta couronne, di Yannick Haenel (Gallimard), Bakhita, di Véronique Olmi (Albin Michel) e L'Art de perdre, di Alice Zeniter (Flammarion). Il premio Renaudot è stato invece assegnato a Olivier Guez autore di La Disparition de Josef Mengele.

Vuillard, scrittore e regista nato a Lione nel 1968, ha scritto diversi romanzi (Le Chasseur, Bois vert, Tohu, Conquistadors La bataille d'Occident, Congo, Tristesse de la terre: une histoire de Buffalo Bill Cody) gli ultimi con la casa editrice Actes Sud, diretta da Françoise Nyssen prima che divenisse ministra della Cultura . Fra i suoi lungometraggi si ricordano L'homme qui marche e Mateo Falcone

© Riproduzione riservata