Domenica

Prende forma il Sanremo di Baglioni: in gara Facchinetti-Fogli e…

  • Abbonati
  • Accedi
Verso il Festival

Prende forma il Sanremo di Baglioni: in gara Facchinetti-Fogli e Ornella Vanoni

(Ansa)
(Ansa)

Radici nazionalpopolari e qualche spruzzo di esotismo. L'effetto vintage di una signora della stagione aurea della canzone tricolore che si rimette in discussione a 83 anni e band che si sciolgono e si ri-solidificano, neanche fossero il sangue di San Gennaro. Quello che resta dei Pooh con l'accoppiata Facchinetti-Fogli, da un lato, Red Canzian dall'altro, Elio e le Storie Tese che tornano insieme dopo il concerto d'addio (in programma martedì al Forum di Assago), poi vintage, il ritorno di Ornella Vanoni e quello dei Decibel che da «Contessa» passano al «Duca». Tutto questo sul palco del Sanremo diretto da Claudio Baglioni che si preannuncia all'insegna dei ritorni, piccoli o grandi che siano. Un Sanremo curioso.

Le sorprese del cast
Cast con non poche sorprese quello della 68esima edizione del Festival della canzone italiana, in programma dal 6 al 10 febbraio. I nomi in gara, sia per la categoria Big che per le Nuove Proposte, sono stati annunciati ieri nel corso della trasmissione Sarà Sanremo, in onda su Rai 1 in prima serata. Ci saranno gli ex Pooh Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con «Il segreto del tempo» ma anche il bassista che prese il posto di Fogli, Red Canzian, con «Ognuno ha il suo racconto». Una certa sorpresa la desta Ornella Vanoni, accompagnata da Bungaro e Pacifico alle prese con «Imparare ad amarsi». E poi gli Elii con «Arrivedorci», loro che dopo il concerto di martedì prossimo non sarebbero dovuti più esistere, ma guai a fidarsi. Ci saranno Nina Zilli con «Senza appartenere», The Kolors con «Frida», Diodato e Roy Paci con «Adesso», Mario Biondi con «Rivederti», Luca Barbarossa in romanesco («Passame er sale»), i provocatori de Lo Stato Sociale («Una vita in vacanza»), Annalisa («Il mondo prima di te»), Giovanni Caccamo («Eterno»), l'accoppiata campana che riunisce Enzo Avitabile e Peppe Servillo con «Il coraggio di ogni giorno», Renzo Rubino con «Custodire» e Noemi con «Non smettere mai di cercarmi».

Da Ermal Meta (in coppia con Moro) al ritorno dei Decibel
Completano il quadro Ermal Meta in coppia con Fabrizio Moro («Non mi avete fatto niente»), Le Vibrazioni («Così sbagliato»), Ron («Almeno pensami»), Max Gazzè («La leggenda di Cristalda e Pizzomunno») e i Decibel («Lettera dal Duca»), la band di Enrico Ruggeri che in Riviera tenne banco nel 1980 con la hit «Contessa». Sul versante delle Nuove Proposte arriveranno sul palco dell'Ariston, come espressione del contest «Sarà Sanremo», Mudimbi con «Il mago», Eva con «Cosa ti salverà», Mirkoeilcane con «Stiamo tutti bene», Lorenzo Baglioni con «Il congiuntivo», Giulia Casieri con «Come stai» e Ultimo con «Il ballo delle incertezze». A loro si aggiungono i due ragazzi reduci dall'accademia di Area Sanremo Leonardo Monteiro e Alice Caioli.

© Riproduzione riservata